La Roma ritorna alla goleada: All’Adriatico finisce 1-4.

di Simone Certelli

ROMA – Allo Stadio Adriatico va in scena la 33esima giornata di campionato tra Pescara e Roma. La formazione di casa cerca i tre punti per scavalcare il Palermo; la Roma invece cerca di allungare sul Napoli, ormai a -1 dai giallorossi. Nei primi minuti la Roma spreca tanto e va in vantaggio nei primi minuti con Salah, gol annullato per un fuorigioco dell’egiziano. Al 20′ Nainggolan da distanza ravvicinata tira sulla traversa. Al 37′ minuto Irrati ammonisce Biraghi per un fallo tecnico su Salah; mentre al 39′ viene ammonito Muntari per un fallo al limite dell’area su Paredes, che rimane a terra dolorante. Al 44′ lancio di Nainggolan per El Shaarawy, che va in profondità e serve Strootman che, sotto porta, piazza in rete per lo 0-1. Al 46′ Salah tutto solo crossa per Dzeko ma il bosniaco è troppo arretrato e deve inseguire il pallone, un volta recuperato serve Nainggolan che di piatto segna un rigore in movimento; a fine primo tempo finisce 0-2. Il secondo tempo si apre con la sostituzione di Muntari per Bruno e con il gol della Roma firmato Mohamed Salah, che tira a giro e batte Fiorillo, dopo il cross – assist di El Shaarawy. Al 57′ Dzeko tenta il gol dello 0-4 ma il tiro esce di poco a lato. Al 60′ contropiede Roma, Salah serve El Shaarawy che in area di rigore serve di nuovo Salah che davanti al portiere non sbaglia. Al 67′ Coulibaly cede il posto a Valerio Verre, ex del vivaio giallorosso. Al 71′ minuto Spalletti fa uscire Dzeko, che si infuria per il cambio ed al suo posto entra il francese Grenier. Ultimo cambio per il Pescara di Zeman, all’80’ esce Coda ed al suo posto entra Fornasier, mentre per la Roma esce Emerson Palmieri ed entra Juan Jesus. All’81’ ultimo cambio per la Roma, Perotti prende il posto di Paredes, che ha avvertito dei fastidi per il fallo subito da Muntari. All’83’ Memushaj sul fondo crossa in area per Benali, che brucia Manolas e insacca alle spalle si Szczesny. All’88’ punizione per il Pescara, Biraghi tira ma il pallone finisce sul palo alla sinistra del portiere. L’arbitro manda tutti negli spogliatoi senza minuti di recupero, Roma che centra i tre punti e si mantiene a +4 sul Napoli; il Pescara invece, con questa sconfitta, è matematicamente in serie B.

Pescara: Fiorillo; Zampano, Coda (80′ Fornasier), Bovo, Biraghi; Coulibaly (67′ Verre), Muntari (46′ Bruno), Memushaj; Benali, Bahebeck, Caprari. Disponibili: Crescenzi, Bruno, Verre, Kastanos, Brugman, Cerri, Mitrita, Muric, Bizzarri, Fornasier, Milicevic. Non Disponibili: Campagnaro (infortunato), Vitturini (sconosciuto), Pepe (infortunato), Stendardo (sconosciuto), Gilardino (infortunato). All. Zeman Roma: Szczesny; Rüdiger, Manolas, Fazio, Emerson (80′ Jesus); Paredes (82′ Perotti), Strootman; Salah, Nainggolan, El Shaarawy; Dzeko (71′ Grenier). A disposizione: Grenier, Allison, Jesus, Peres, Vermaelen, De Rossi, Lobont, Rui, Gerson. Non disponibili: Totti, Florenzi, Spinozzi (infortunati). All. Spalletti.

Arbitro: Irrati di Firenze.

Recupero: +1;0.

Il tiro di Nainggolan per lo 0-2 provvisorio
Il tiro di Nainggolan per lo 0-2 provvisorio

 


Vota l articolo!:
[Voti: 1   Media: 5/5]

Check Also

Il MEI – (meeting delle etichette indipendenti) 2020 di Faenza si colora di Puglia.

  Grande successo per il cantautore leccese Teto D’aprile vincitore del premio MEI (DiscoNovità) sul palco …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *