Cristina

LA VIOLENZA SULLE DONNE

La violenza sulle donne nel nostro Paese continua drammaticamente a essere all’ordine del giorno. L’ultima vittima è una giovane mamma di soli 20 anni, Giordana di Stefano, uccisa il 7 ottobre con diversi colpi d’ arma da taglio all’interno della sua auto nel Catanese. Negli anni scorsi la ragazza aveva denunciato l’ex convivente Luca Priolo per stalking, fermato a Milano alcune ore dopo l’omicidio. I …

Read More »

EFFETTI DELLA NUOVA “BRUTTA SCUOLA”

Il numero degli scioperi del 2015, riferito ai primi nove mesi, confrontati con l’analogo periodo del 2014, fa balzare la scuola al primo posto in questa classifica delle proteste. Certo il settore scuola non è da solo, il trasporto pubblico e la raccolta dei rifiuti raggiungono anch’essi cifre notevoli. Per la scuola fine 2014 – primi nove mesi 2015 è …

Read More »

LA VIOLENZA SULLE DONNE ATTRAVERSO L’INTEGRALISMO

Quando l’integralismo religioso diventa un fattore sempre più influente nella società civile, quasi sempre si lascia il passo alla sopraffazione della donna e della sua dignità. Ciò ha creato un certo stato di debolezza a chi, come le donne, è stato volontariamente posto ai margini della società a causa di una mentalità dominante, arcaica, fatta di soprusi e di violenza. …

Read More »

GIOVANI PRECARI

LA CRISI STA COLPENDO SOPRATTUTTO I LAVORATORI GIOVANI E CON CONTRATTI PRECARI La crisi economica iniziata  nel il 2009 e protrattasi fino a oggi ha inciso sul mercato del lavoro colpendo soprattutto i lavoratori giovani e i lavoratori con contratti di tipo precario. La valutazione degli andamenti del mercato del lavoro in Italia è possibile grazie all’utilizzo dei dati ISTAT …

Read More »

PARITÀ DI GENERE E IMPEGNI QUOTIDIANI

Dopo quarant’anni di occupazione, un uomo avrà dedicato al lavoro retribuito 89.000 ore della sua vita e quasi 18.000 ai lavori famigliari, una donna 66.000 ore al lavoro retribuito e quasi 58.000 a quello per la famiglia. Nel complesso, tra i due generi vi è una differenza a carico della donna di quasi 17.000 ore di lavoro, che suddivise in giornate …

Read More »

TRA LAVORO E FAMIGLIA

In Italia le riforme non si susseguono ma si accavallano tra loro, senza che alle stesse sia dato il tempo minimo necessario per dimostrare la loro potenziale utilità o inutilità, senza consentire né ai cittadini né allo stesso Legislatore di comprendere quali siano in concreto i punti su cui eventualmente intervenire di nuovo e, soprattutto, senza capire e interpretare i …

Read More »

ISTRUZIONE FEMMINILE E CHILD PENALTY

L’Italia continua ad occupare le ultime posizioni nel mondo occidentale. L’Italia continua ad occupare le ultime posizioni nel mondo occidentale, sia relativamente alla partecipazione femminile al mercato del lavoro, sia riguardo ai livelli di fecondità. A mantenere bassi i valori di questi due indicatori rispetto alla media dei paesi sviluppati sono le relativamente maggiori difficoltà di conciliazione tra lavoro e …

Read More »

ESSERE BRAVE NON BASTA

Dalla seconda metà del secolo scorso alle donne italiane è stata data la possibilità di credere nella parità dei diritti e degli oneri. Dal dopoguerra sono quindi  fiorite iniziative di legge con l’obiettivo di eliminare tutte le discriminazioni civili e lavorative che relegavano le donne in un ruolo minore, familiare/materno, che ne sancivano l’inferiorità. Alla luce di queste azioni legislative …

Read More »

DONNE E LAVORO: UN VERO ROMPICAPO

IL TASSO DI OCCUPAZIONE PIU’ BASSO DEI PRINCIPALI PAESI EUROPEI Il tasso di occupazione in Italia è ampiamente inferiore a quello medio prevalente nei principali Paesi europei: nel 2014 si è attestato al 55,7% a fronte del 65,9% della media dell’UE. Analizzando i dati per genere si scopre subito un fatto interessante. E cioè che a soffrire di questo gap …

Read More »

IMPRENDITORIA FEMMINILE: LE AGEVOLAZIONI STATALI

Tra le poche leggi messe a punto in favore delle donne troviamo la numero 215 riguardante l’Imprenditoria Femminile. Si tratta dello strumento principale che intende agevolare il lavoro femminile autonomo, rivolgendosi in particolar modo ai seguenti soggetti: Società cooperative o di persone costituite da donne per una misura minima del 60%. Società di capitali con almeno i 2/3 delle quote …

Read More »