Mariapia Garavaglia: la L. 194 è legge dello Stato, va rispettata

In qualità di ex ministro della Sanità, come è Rosy Bindi,  mi sento invece di condividere la posizione espressa dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin circa la corretta interpretazione  della legge 194. Sono in campo tutti i diritti costituzionalmente garantiti: la tutela della salute, il diritto all’obiezione  di coscienza e l’uguaglianza dei cittadini  di fronte alle istituzioni e nelle istituzioni. Avviare pratiche concorsuali discriminatorie ne costituisce una violazione. La 194 è legge dello Stato  e in quanto tale va rispettata soprattutto da parte  chi ricopre  il ruolo  di  Ministro della Salute. A tal fine il Servizio Sanitario Nazionale ha tutte le caratteristiche,  per rendere accessibili e praticabili le prestazioni presso le sue strutture. L’autodeterminazione  della donna  è una dolorosa scelta  che a Roma e nel Lazio è possibile accompagnare, tutelando la sicurezza  della salute. Non è concepibile  che difronte ad una insorgente difficoltà s’ invochino nuove leggi.La L.194 ha raggiunto un tale livello  fra prevenzione dell’aborto  e garanzia per la salute della donna che non deve essere continuamente attaccato per motivi politici o ideologici.

 


Vota l articolo!:
[Voti: 0   Media: 0/5]

Check Also

Il MEI – (meeting delle etichette indipendenti) 2020 di Faenza si colora di Puglia.

  Grande successo per il cantautore leccese Teto D’aprile vincitore del premio MEI (DiscoNovità) sul palco …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *