Emmers porta in finale i nerazzurri. 1-0 al Mapei Stadium

di Simone Certelli

SASSUOLO– Se la Roma di Totti e De Rossi anche quest’anno non ha centrato nemmeno un trofeo, la Roma primavera di Soleri e Tumminello cercano questa sera al Mapei Stadium contro l’Inter l’accesso alla finale del Campionato Nazionale Primavera. Dopo la Supercoppa Italiana e la Coppa Italia resta l’ultimo fronte per puntare al triplete, il trofeo più importante. Al 1′ subito Roma con Soleri che tira dal limite dell’area nerazzurra ma senza fortuna. Al 4′ è l’Inter ad essere in area di rigore giallorossa, Emmers riceve una pallonata e rimane a terra, ma fortunatamente nulla di grave. L’Inter cerca di impostare e sviluppare il gioco sulla fascia sinistra con Cagnano ma è ancora la Roma ad essere pericolosa, soprattutto con le ripartenze impostate dal centrocampo. Al 16′ ancora Roma, Antonucci prova un affondo sulla destra ma il tiro un po’ defilato è debole e impreciso. Al 20′ Tumminello dribbla la difesa dell’Inter ma non trova il tempo giusto per concludere a rete. Un minuto dopo la risposta dell’Inter. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il pallone arriva nei pressi di Crisanto, ma un impaurito Soleri mette il pallone in calcio d’angolo. Al 24′ Soleri si accentra e spara un destro angolato ma Di Gregorio è attento e blocca il pericolo. Al 34′ cross di Cagnano per la testa di Pinamonti  in area di rigore ma Crisanto gli nega il gol e Anocic la butta in corner. Nel secondo tempo Belkheir lancia Emmers in area di rigore, supera la difesa giallorossa e beffa Crisanto per l’1-0. De Rossi in questa occasione protesta contro l’arbitro per un presunto fallo nella trequarti romanista. Emmers  che dopo il gol esce dal campo per un problema alla testa in conseguenza ad una botta rimediata nel primo tempo. Al 58′ azione personale di Antonucci che da posizione molto defilata tenta un pallonetto ma la palla scheggia la traversa. Al 59′ Cambio nelle file dell’Inter, esce Belkheir, autore dell’assist che ha portato al gol Emmers e al suo posto entra Bakayoko. Al 64′ cross di Antonucci per la testa di Tumminello ma il tiro esce di poco sopra la traversa. Al 69′ sul contropiede dell’Inter Rivas la mette dentro l’area a Crisanto battuto ma Valietti si mangia un gol praticamente già fatto e il pallone tocca l’esterno della rete. All’82 esce Anocic ed entra Cappa, classe 1999. All’87’ Awua cede il posto a Lombardoni causa crampi. Roma che cerca in tutti i modi di pareggiare i conti ma non riesce ad essere propositiva sotto porta, l’Inter invece sta usando tutte le sue energie per annullare le opportunità giallorosse. Sul finale De Rossi tenta il tutto per tutto e inserisce Marcucci per Bordin ma il risultato non cambia. Roma che sfuma l’occasione di puntare al triplete e Inter che accede alla finale contro la Fiorentina, che ieri, pareggiando al 90′, ha infine battuto la Juventus ai calci di rigore.

Inter: Di Gregorio; Valietti, Gravillon, Vanheusden, Cagnano; Carraro, Awua (86′ Lombardoni), Rivas, Emmers; Belkheir (59′ Bakayoko), Pinamonti. A disposizione: Mangano, Bakayoko, Danso, Mattioli, Bollini, Butic, Rover, Lombardoni, Mutton, Dekic, Sala, Putzolu. All. Vecchi.

Roma: Crisanto; De Santis, Grossi, Ciavattini, Anocic (82′ Cappa); Frattesi, Bordin (95′ Marcucci), Spinozzi (70′ Valeau), Antonucci; Tumminello, Soleri. A Disposizione: Romagnoli, Greco, Ciofi, Nani, Marcucci, Cappa, Franchi, Valeau, Diallo, Meadows. All. De Rossi. 

Arbitro: Giacomelli di Trieste.

Guardalinee: Longo e Ranghetti.

Quarto uomo: Andreini.

Recupero: +1; +5.

 

Azione di gioco tra Bakayoko e Antonucci
Azione di gioco tra Bakayoko e Antonucci

 


Vota l articolo!:
[Voti: 0   Media: 0/5]

Check Also

Il MEI – (meeting delle etichette indipendenti) 2020 di Faenza si colora di Puglia.

  Grande successo per il cantautore leccese Teto D’aprile vincitore del premio MEI (DiscoNovità) sul palco …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *