ANCHE TOM CRUISE E JOHN TRAVOLTA NEL FILM SCANDALO SU SCIENTOLOGY

Uscirà il 25 Giugno nelle sale italiane il tanto atteso documentario-denuncia di Alex Gibney “Going Clear: Scientology and the Prison of Belief”, distribuito in italia da Lucky Red . Il film, basato sul best seller del premio Pulitzer  Lawrence Wright, scava nei segreti di Scientology approfittando anche di molte testimonianze di alcuni membri della setta, uscitine a fatica. Il regista, premio Oscar con “Enron. Taxi to the Dark Side”,  punta a smontare le tesi della presunta chiesa facendo un’analisi storica del movimento e del suo fondatore, L.Ron Hubbard.

Alex Gibney, regista scrittore e produttore
Alex Gibney, regista scrittore e produttore

Un film dallo scottante, ma –sia chiaro- non troppo velato, valore allegorico: mettere a nudo e forse anche in ridicolo molte delle Star hollywoodiane che tanto hanno contribuito alla diffusione di questa religione (sperando di non incappare in un errore definitorio). La HBO pare si sia dovuta affidare al fervore di ben 160 avvocati pur di riuscire a mandare in onda il docu-film, tuttavia ha dovuto acconsentire a tagliare dal titolo originale un’unica, piccolissima parola: “Hollywood”. Il quasi omonimo libro del  2013 è infatti intitolato “Going Clear: Scientology, Hollywood and the Prison of Belief”.  Rimane comunque una scelta alquanto ironica, quella di accettare questo piccolo compromesso, soprattutto considerata l’attenzione che da sempre il pubblico riserva alle star dichiaratamente seguaci di Scientology, quali Tom Cruise e John Travolta che nel film vengono descritti come delle figure meramente decorative all’ interno dell’organizzazione. Scritto diretto e prodotto da Alex Gibney, Kristen Vaurio e Lawrence Wright, questo film promette “un intenso sguardo all’interno della controversa religione di Scientology”.   

di Maria Beatrice Gallo


Vota l articolo!:
[Voti: 3   Media: 5/5]

Check Also

Videoclip in stile documentario per Marcus

IL NUOVO BRANO DI MARCUS  è disponibile in digital download  e nelle piattaforme streaming.   …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *