PER UN GIORNO NELLE SALE CINEMATOGRAFICHE, CATTEDRALI DELLA CULTURA 3D

E’ prevista per martedì 21 Aprile l’unica proiezione dell’originale progetto in 3D di Wim Wenders e l’elenco delle sale che ospiteranno la proiezione sarà a breve disponibile su www.nexodigital.it .
Dopo il successo del tributo in 3D a Pina Bausch, Wenders dà ora voce a sei edifici, pilastri della storia umana rappresentati in scena nel loro vivere quotidiano. La proposta è stata accolta da sei acclamati registi, ognuno dei quali ha scelto il luogo che più gli è vicino tra quelli che sono ad oggi una celebrazione dell’intelligenza umana.
Avremmo quindi modo di ammirare la Filarmonica di Berlino con gli occhi dello stesso Wim Wenders e riusciremo ad origliare le prove dell’orchestra nella sala concerti centrale.

Filarmonica di Berlino
Filarmonica di Berlino

Ad offrire una panoramica stilistica e concettuale della Biblioteca nazionale russa di San Pietroburgo, è Michael Glawogger, che immortalerà l’effimera bellezza dei libri, dei loro rifugi e dei loro custodi.

Michael Madsen ha invece optato per il carcere di Halden, in Norvegia. Ma il suo intento, catturando le immagini di un luogo punitivo, è quello di dimostrare la tendenza di questa struttura ad imitare, per quanto possibile, la “vita normale”.

Ci troviamo quindi catapultati nel cuore di Oslo, e precisamente nel Salk Institute (istituto di ricerca). Attraverso la camera di Robert Redford, siamo sollecitati alla riflessione sulle qualità essenziali degli spazi. Accompagnato dalla musica di Moby, il film si presenta come un ritratto meditativo di un luogo monumentale.
Rimaniamo ad Oslo per la penultima tappa di questo viaggio attraverso i luoghi della cultura mondiale, e ci fermiamo a contemplare l’ Opera House ed il suo apparentemente infinito tetto di marmo che si erge imponente dal fiordo. L’Opera House di Oslo di Magareth Olin incarna la simbiosi tra arte e vita.
Alla fine di questo tour mozzafiato, Karim Aȉnouz sceglie di omaggiare il Centre Pompidou , realizzato nel 1977 da Renzo Piano e Richard Rogers.

Centre Pompidou
Centre Pompidou

Il Pompidou è come un’enorme calamita al centro della città che attrae inesorabilmente visitatori in attesa di dirigersi alle gallerie d’arte, ai cinema, ai luoghi di intrattenimento e alla piattaforma panoramica. Karim Ainouz immagina un giorno della vita di questo punto di riferimento parigino soffermandosi sugli incredibili panorami che solo la capitale francese può regalare.

Scrigni della nostra memoria collettiva e custodi del nostro collettivo stupore, raccolti e raccontati in un unico film.

 

di Maria Beatrice Gallo


Vota l articolo!:
[Voti: 3   Media: 5/5]

Check Also

Videoclip in stile documentario per Marcus

IL NUOVO BRANO DI MARCUS  è disponibile in digital download  e nelle piattaforme streaming.   …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *