Nautica: RAID SUZUKI 50TH ANNIVERSARY, i giornalisti si sfidano.

raid suzuki foto orizzontale

Suzuki Italia festeggia, da oggi sino al 30 aprile, il mezzo secolo di storia della divisione Marine; lo farà in modo originale. Come?

I giornalisti “di settore” si sfideranno al timone di un battello  Focchi 510 , motorizzato con Suzuki DF50A per 50 ore consecutive, senza mai spegnere il motore, alternandosi alla guida in una staffetta che vedrà i partecipanti susseguirsi in turni di due ore. Il tutto si svolgerà, giorno e notte, lungo un percorso di 1.250 miglia totali, articolato sulla circumnavigazione delle isole di Procida e Ischia.

raid suzuki foto laterale

Una gara di regolarità dove ogni timoniere, a turno, dovrà chiudere un giro del circuito navigando alla media esatta di 25 nodi. Un challenge interessante per gli equipaggi coinvolti, e anche un test di affidabilità estremamente attendibile per poter misurare, fra l’altro, le numerose peculiarità vincenti del fuoribordo Suzuki DF50A impegnato durante l’evento. Consumi ridotti e impatto ambientale contenuto, e poi prestazioni, silenziosità, quindi comfort. Tutte peculiarità che accomunano la gamma di motori fuoribordo Suzuki, qualsiasi sia la potenza. Suzuki, durante questo originale evento, in diversi momenti dedicati, celebrerà  la sua storia.

Era il 1965 quando fu messo in vendita il D55, unità termica di 98 cc in grado di erogare 5,5 HP, con la quale Suzuki si lanciò sul mercato nautico. Da allora sono passati dieci lustri durante i quali Suzuki ha indirizzato lo sviluppo tecnologico nell’ambito dei motori marini; cinquant’anni impegnati nel produrre e nel far crescere una gamma di fuoribordo divenuta oggi una delle più articolate e tecnicamente più efficienti presenti sul mercato; cinquant’anni vissuti in un crescendo di successi: in termini di premi e award ricevuti dalle giurie più accreditate e severe, e commerciali, come sottolineano gli oltre 3 milioni di pezzi venduti a oggi in tutto il mondo.


Vota l articolo!:
[Voti: 0   Media: 0/5]

Check Also

Champions ed Europe League, l’Uefa pensa a una Final Four a Istanbul

AS: “L’Uefa vuol proporre alle Federazioni semifinali in gara secca e poi finalissime in un’unica …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *