MAZE RUNNER: L’ULTIMO YA MOVIE GIA’ AL PRIMO POSTO IN USA

maze runner poster

La prima regola della Radura è che non uscirai mai dalla Radura.

Thomas (Dyaln O’Brien) si risveglia intrappolato in una radura senza ricordare nulla del suo passato e circondato da altri ragazzi che condividono la sua stessa condizione e che per sopravvivere hanno dovuto organizzarsi in una piccola comunità.

Poche regole ma necessarie per sopravvivere. Perché la Radura nella quale si sono risvegliati dà accesso ad un labirinto invalicabile, abitato da creature biomeccaniche tanto misteriose quanto ostili, i Dolenti. Ogni 30 giorni un nuovo abitante arriva nella Radura tramite un ascensore che emerge dal sottosuolo, con tante domande e pochissime risposte.

L’unica certezza è questa: la via di fuga passa ovviamente attraverso il Labirinto, che di notte si chiude ed è infestato dai Dolenti, e che ogni mattina cambia forma e dimensioni, rendendo molto difficile la ricerca di una via d’uscita.

Tutto cambia con l’arrivo di Thomas e, dopo di lui, di Teresa (Kaya Scodelario), prima ragazza a comparire nella Radura… Riusciranno ora i “Radurai” a trovare il modo di fuggire?

E’ in uscita l’8 Ottobre per la 20th Century Fox “Maze Runner – Il Labrinto”, adattamento cinematografico del primo capitolo dell’omonima quadrilogia di James Dashner.

Ennesimo prodotto del cinema YA (young adult) e ultimo erede del filone distopico portato a rinnovato splendore dall’attuale testa di serie Hunger Gamer, Maze Runner attinge a piene mani alle tematiche di genere e ai suoi illustri predecessori. Un gruppo di ragazzini intrappolati in un luogo senza tempo che non ricordano nulla del proprio passato (Cube) e che si organizzano in una società gerarchica (Il Signore delle Mosche ma anche Lost). Gli ingredienti sono quelli giusti e i primi risultati sono già arrivati.

In America infatti, uscito il 19 Settembre, è già esploso: 32.5 milioni nel primo weekend fanno ben sperare per il film costato “solo” 40 milioni e diretto da Wes Ball, qui al suo primo lungometraggio e già impegnato nella pre produzione del seguito.

A “The Maze Runner” infatti, romanzo uscito nel 2009 (“Il labirinto” in italiano), sono seguiti poi “The Scorch Trials” nel 2010 (“La fuga”) e “The Death Cure” nel 2011 (“La Rivelazione”). Il prequel “The Kill Order”, scritto nel 2012, è invece ancora inedito in Italia.

Sembra quindi che per un po’ Thomas ci terrà buona compagnia!

Dylan O’Brien e Kaya Scodelario, nuovi teen idol freschi di telefilm (Teen Wolf lui, Skins lei) ben si adattano a questo drama intenso e dai ritmi serrati, che vi terrà incollati alla sedia fino alla fine.

Cosa si intende per futuro distopico?

“Distopia”, termine coniato nel 1868 dal filosofo John Stuart Mills, è il contrario di Utopia.

L’analisi dei risultati che il potere può esercitare sulla società quando tenta di controllarla e la degradazione dovuta a catastrofi globali (naturali o causate dall’uomo) sono i due principali temi di questo filone narrativo. Tematiche molto care a scrittori e cineasti, che da sempre hanno attinto con rinnovata fantasia a questo filone narrativo, recentemente tornato alla ribalta grazie ai successi planetari di Hunger Games e Divergent.

L’interesse verso i futuri distopici è tematica antica, basti pensare a film quali Metropolis, Blade Runner, Resident Evil, Terminator, Io sono leggenda, V per Vendetta, Matrix, L’esercito delle 12 scimmie, Gattaca, Arancia Meccanica, Il pianeta delle scimmie e a serie tv come Star Trek, Fringe e Doctor Who, e la lista potrebbe continuare all’infinito…

Tocca ora a Maze Runner, in attesa del terzo capitolo di Hunger Games – Il canto della rivolta parte I (20 novembre) del secondo di Divergent (Insurgent, in uscita nel 2015) e in contemporanea con The Giver – il mondo di Jonas, partito bene sia in America che in Italia.

Guarda il trailer ufficiale: https://www.youtube.com/watch?v=OW79z3Za0HI

di Corinna Bellinghieri


Vota l articolo!:
[Voti: 0   Media: 0/5]

Check Also

DETTO MARIANO E’ MORTO

Compositore e arrangiatore tra i più importanti della musica italiana, scompare a 82 anni per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *