Malattie Rare, l’impegno dell’IDI presentato dalla Presidente Garavaglia

In occasione della XXXI Conferenza Internazionale in Vaticano, 10-12 Novembre 2016, Mariapia Garavaglia in qualità di Presidente dell’IDI ha partecipato alla fase inaugurale. Il tema della Conferenza “Per una cultura della salute accogliente e solidale a servizio delle persone affette da patologie rare e neglette” ha consentito alla  Presidente di fare il punto anche sulle iniziative della nostra Istituzione. “Le malattie rare stanno ottenendo la doverosa attenzione da parte delle istituzioni e nel mondo della ricerca. Per quanto riguarda l’IDI è riconosciuto presidio regionale per la disgrossi e la cura di tutte le malattie dermatologiche rare, sia quelle geneticamente determinate, sia  quelle dovute ad altre cause. Il presidio è costituito da un ambulatorio, da varie tipologie di laboratori, dai reparti di degenza e da uno specifico call center che formano il Centro per le Malattie Rare Dermatologiche. Il Centro si prende in carico pazienti sia pediatrici che adulti per studi e trials clinici,che vengono effettuati con i laboratori di ricerca dell’IDI e con vari gruppi di ricerca internazionali. Il personale medico ed infermieristico dedicato sono in possesso di specifica esperienza”. La Presidente ha, inoltre,  sottolineato “quanto sia stata lungimirante l’istituzione dell’Istituto Dermopatico dell’Immacolata, in considerazione del fatto che motivi biologici, ambientali, alimentari hanno acquisito man mano grande rilievo nella eziologia delle patologie dermatologiche”. Infine, ha ricordato “quanto studi, ricerche e terapie ottenute siano particolarmente indispensabili anche per le persone che provengono da Paesi di immigrazione e per gli stessi popoli dei Paesi del mondo in via di sviluppo”.


Vota l articolo!:
[Voti: 0   Media: 0/5]

Check Also

Koine’2020: IEG lancia il progetto#SAFEBUSINESS

Rimini, 13 maggio 2020 – Fare fiere e partecipare alle fiere nel pieno rispetto delle regole …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *