LEONE D’ORO PER LA PACE 2017 consegnato alle “ Donne di fede per la Pace “

08107ECF-3D50-4123-9750-80D3A553BFB4

È stato consegnato per la prima volta nella storia il Premio Leone d’oro Per la Pace sabato 30 settembre alle ore 16.00 presso il centro congressi della Caserma Cornoldi di Venezia.

1D1C93FD-CE24-4AF3-B193-6F789CBC78FB

Presentatrice e moderatrice dell’evento è stata la madrina del Leone d’oro per la pace 2017, Luz Adriana Sarcinelli che con grande emozione ha sottolineato la motivazione per la quale sono state scelte per la premiazione le “DONNE DI FEDE PER LA PACE”

38CA15D7-E079-403F-AAD6-FAC27BC3D3C1

Infatti il Leone d’oro per la Pace 2017 è stato consegnato dal Presidente della Fondazione Foedus, Senatore Mario Baccini, nelle mani della dottoressa Lia Beltrami rappresentante delle Donne di fede per la pace: un gruppo di diverse donne, leader in cinque comunità religiose della Terra Santa, si sono incontrate più volte a Gerusalemme e a Trento a partire dal 2009, per rompere i muri del pregiudizio e per trovare nuovi modi di costruire un vero dialogo nella vita quotidiana, in zone in conflitto così come in Paesi che vivono situazioni di tensione.

7040F651-6D78-4C61-BFE1-D54421F6F787

Negli anni il gruppo si è aperto ai cinque continenti diffondendo un’esperienza straordinaria.

L’obiettivo è quello di creare gruppi aperti di donne, leader nelle varie comunità religiose delle zone in conflitto e in situazioni difficili, per avviare una strada di dialogo a partire dalla maternità e dalla formazione nelle famiglie e nelle comunità stesse.

Le Donne di Fede per la Pace si propongono inoltre di trasmettere alle giovani e ai giovani una cultura del dialogo e della pacifica convivenza, ispirandoli ad azioni concrete.

“Il significato di questo premio – spiega il senatore Mario Baccini presidente di Foedus – è quello di voler tenere sempre viva l’attenzione sul messaggio che siamo in grado di trasferire attraverso l’arte e la cultura: quello della fratellanza tra in popoli in un momento storico difficile.

Questo prestigioso riconoscimento viene attribuito per la prima volta nella storia come simbolo della Pace e abbiamo scelto che a rappresentarlo nel mondo siano la dottoressa Beltrami e le donne di fede per la pace, un esempio di come le migliori intelligenze e sensibilità superino le differenze culturali, religiose e sociali a vantaggio dell’umanità.

E4CC7B5E-2A05-4437-9F75-61E6850A34C8

La Foedus inoltre si occupa di promuovere il meglio dell’italianità nel mondo e siamo orgogliosi che questa iniziativa abbia preso vita nel nostro Paese”.

D05C0045-1E6A-4ADA-A0B5-EEC81AD4AD1C

“Con questo premio – ha sottolineato Sileno Candelaresi, presidente del Gran Premio Internazionale di Venezia e proprietario del marchio Leone d’oro per la Pace – vogliamo ribadire quanto sia importante per noi che un simbolo storico dell’Italia possa diventare il vessillo di un valore universale.

Venezia e il Suo Leone sono da sempre un riconoscimento attribuito a chi si è prodigato nel meglio delle sue capacità per esprimere un’idea. Con il leone d’oro per la Pace 2017 rinnoviamo questa possibilità di incontro”.“

FE929EBD-CB66-4002-92BA-D1E2A8B533C0

Ricevere questo riconoscimento – aggiunge Lia Beltrami- è sicuramente un onore per noi e per il lavoro del nostro gruppo. Oggi però si rinnova con esso anche la responsabilità che abbiamo di creare un’unione sempre più salda nei principi che ci hanno ispirato e nella volontà ampliare la nostra opera nel mondo”.


Vota l articolo!:
[Voti: 0   Media: 0/5]

Check Also

Koine’2020: IEG lancia il progetto#SAFEBUSINESS

Rimini, 13 maggio 2020 – Fare fiere e partecipare alle fiere nel pieno rispetto delle regole …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *