La Roma si sveglia tardi, all’Olimpico passa il Napoli.

di Simone Certelli

ROMA – Dopo il big match tra Juventus e Lazio, finita con la vittoria degli ospiti, si gioca l’altro big match, quello tra Roma e Napoli, valida per l’ottava di campionato. Il primo squillo è del Napoli al 18′ con Insigne che accende Mertens, tiro potente ma Allison blocca in due tempi. Un minuto più tardi viene fermato Insigne dalla difesa della Roma ma la palla carambola sui piedi di Manolas che ripassa la palla a Insigne in area di rigore e beffa sul primo palo Allison. Primo tempo che vede il Napoli imperare sulla Roma. Al 43′ Jorginho viene ammonito dall’arbitro per una trattenuta su Florenzi. Roma che non pressa con cattiveria e che perde palla malamente. Il Napoli, al contrario, imposta con meno frettolosità il gioco, arrivando in area di rigore con estrema facilità e concludendo pericolosamente. Nel secondo tempo La Roma esce timidamente ma il Napoli è più preciso e rende il gioco della Roma macchinoso. Più volte Kolarov ha dovuto fare dei retropassaggi perché non c’era l’uomo libero. Al 54′ De Rossi viene ammonito da Rocchi per un fallo. Al 57′ Mertens da posizione defilata calcia in porta ma il tiro esce di poco a lato, nell’azione Manolas ha avvertito un fastidio muscolare ed è costretto a lasciare il campo. Al 59′ ennesima azione del Napoli, tiro di Hamsik che la spara alta. Viene ufficializzato l’ingresso in campo di Fazio per Manolas. La Roma perde tutti i contrasti aerei, solo Nainggolan cerca di spingere la Roma nella metà campo partenopea ma la squadra giallorossa sbaglia tutti i princìpi base del calcio: passaggio, stop, palleggio e cross. Al 69′ ancora Napoli, Insigne si smarca tutta la difesa ma la spara alta. Al 70′ primo squillo della Roma, cross di Kolarov per Dzeko, che di testa stampa il pallone sul palo. Al 71′ Hamsik esce per Zielinski e al 72′ esce Jorginho ed entra Diawara, mentre per la Roma esce Florenzi ed entra Ünder. La Roma sembra essersi svegliata e cerca di affacciarsi in area del Napoli. Al 78′ esce Pellegrini, che ha accusato un affaticamento muscolare in partita e al suo posto entra Gerson. Fallo tecnico per Fazio che atterra Mertens e si prende il giallo. All’82’ esce Callejon ed entra il croato Marko Rog. All’84’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo ancora Dzeko di testa e la palla centra la parte alta della traversa. Al 90′ Ghoulam ferma in maniera irregolare Peres e Rocchi gli fa vedere il giallo. Nei minuti finali avviene l’assalto al fortino del Napoli ma l’arbitro fischia e nulla da fare per i giallorossi, che davanti ai suoi tifosi vede svanire i tre punti. Gli uomini di Di Francesco si sono svegliati troppo tardi, cali di tensione non possono essere accettati contro squadre del calibro del Napoli.

Roma (4-3-3): Allison; Peres, Manolas (59′ Fazio), Jesus, Kolarov; Pellegrini (78′ Gerson), De Rossi, Nainggolan; Florenzi (72′ Ünder), Dzeko, Perotti. A disposizione: Fazio, Gonalons, Ünder, Gerson. Non disponibili: Strootman, El Shaarawy, Emerson, L. Pellegrini, Defrel, Schick (infortunati). All. Di Francesco.

Napoli (4-2-3-1): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam, Allan, Jorginho (72′ Diawara),  Hamsik (71′ Zielinski); Callejon (82′ Rog), Mertens, Insigne. A disposizione: Diawara, Zielinski, Rog. Non disponibili: Tonelli, Milik (infortunati). Sarri.

Arbitro: Rocchi di Firenze.

Recupero: +1;+5.

Mertens e Manolas in un'azione di gioco
Mertens e Manolas in un’azione di gioco

Vota l articolo!:
[Voti: 0   Media: 0/5]

Check Also

Il MEI – (meeting delle etichette indipendenti) 2020 di Faenza si colora di Puglia.

  Grande successo per il cantautore leccese Teto D’aprile vincitore del premio MEI (DiscoNovità) sul palco …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *