Diesel Senza futuro? Impariamo a mantenerlo efficiente!

Dato per morto, il motore a ciclo diesel continua a dire la sua anche perche’, dati alla mano, risulta essere meno inquinante dei motori a benzina. Il fallimento della campagna di Roma “ morte ai diesel” ne è l’esempio lampante. Per non inquinare il motore a gasolio però deve sempre essere tenuto in perfetta efficienza e la chimica, in questo caso,  da una grossa mano. Per capire meglio come mantenere un motore a gasolio sempre efficiente abbiamo chiesto a Davide Bigi Responsabile Sviluppo Mercato Italia TUNAP, azienda leader nel mondo. “Nel tempo, sottolinea Bigi, si formano depositi nell’impianto di alimentazione, con effetti particolarmente negativi sulle prestazioni degli iniettori. Partiamo dal presupposto fondamentale che un veicolo per funzionare correttamente deve utilizzare un carburante a norma, e quindi che segua la normativa UNI EN590 per diesel. Rispettare questa normativa significa avere un carburante che rispetti le percentuali di BIO, presenti nella parte fossile del carburante, indicate dall’Unione Europea. Questo perché le innovazioni tecniche motoristiche, per soddisfare le sempre più severe normative sulle emissioni (EURO 6), sono sempre più sofisticate. Basti pensare che i fori dell’iniettore hanno le dimensioni di un capello umano! Lo sviluppo tecnologico oggi porta ad avere pressioni d’iniezione sempre più alte, tolleranze produttive sempre minori e fori degli iniettori sempre più piccoli per ottenere una combustione ancora più efficace.

Le conseguenze di depositi eccessivi sono:

  • Aumento del consumo di carburante
  • Aumento dei valori delle emissioni nocive
  • Motore rumoroso con funzionamento irregolare
  • Intasamento del filtro antiparticolato
  • Iniettori intasati

Così in Tunap – ricorda Davide Bigi –  abbiamo presentato microflex®, una linea completa di sostanze incentrata sulla manutenzione del motore. Pulizia e protezione servono a mantenere il nostro motore a gasolio prestante ed efficiente. In TUNAP proponiamo 3 fasi importanti nella manutenzione: prevenzione, rigenerazione e risoluzione del problema.

  • La prevenzione è quell’attività che si effettua periodicamente per ridurre il rischio di problemi di malfunzionamento nel tempo (TUNAP Prevenzione salute motore).
  • Potrebbe accadere che, con il passare del tempo, si trascuri la prevenzione e quindi è importante ricorrere ad una pulizia. Questo trattamento è consigliato anche per i veicoli con più di 3 anni (TUNenergy).
  • In caso di malfunzionamento o spia del motore accesso è importante procedere con una pulizia professionale per gli iniettori (TUNAP Pulizia impianto iniezione).

La linea microflex® è certificata TÜV TIC (ente indipendente) che ne assicura un aumento del 6,6% delle prestazioni del motore e una diminuzione del 90% delle emissioni nocive. Inoltre è certificata SGS, certificazione con la quale si dichiara che le sostanze microflex® non alterano i requisiti dei carburanti. Una buona combustione del motore – conclude Bigi – significa minor emissioni nocive. Di conseguenza più aria pulita che respiriamo!” Lunga vita ai motori diesel.


Vota l articolo!:
[Voti: 2   Media: 5/5]

Check Also

BMW: obiettivo “elettrico”

Con un piano decennale per la sostenibilità, il BMW Group sottolinea il suo impegno per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *