CENPIS: AVVIATO NELLA CITTÀ DI ROMA PROGETTO PER LA CURA DELL’ANSIA E DELLO STRESS

Il 23 novembre 2016 si è tenuto un’avvincente convegno presso il Comune di Roma in piazza del campidoglio n.1 sala conferenze ‘Pietro da Cortona’ condotto dal notissimo già Prof. Antonio Popolizio, direttore del Cenpis Orion ,centro di Psicologia e psicosomatica di Roma,per la scuola ,la famiglia,e la cura della persona.

La finalità dell’evento ripreso anche in video dal cameramen Andrea Sale è stato quello di analizzare con relazioni di esperti e specialisti ,le cause ed i principali effetti dell’ansia e dello stress,sul corpo e sulla mente , Killer silenziosi prodotti dalla società moderna. Ben 9 milioni di Italiani soffrono di stress ,una vera epidemia che causa sintomi fisici,psicologici e malattie psicosomatiche… ed in questi casi Cosa Fare?

Il convegno ha dato ampie risposte qualificate su argomenti riguardanti ansia e stress, con esperti specializzati che hanno minuziosamente analizzato in profondità cause ,conseguenze e cure innovative nei seguenti ambiti :

STRESS NELLA SCUOLA

STRESS NELLA FAMIGLIA

STRESS NELLA PERSONA

STRESS NEL LAVORO

STRESS NEL SOCIALE

STRESS E CURE SPECIALISTICHE INTEGRATE

Nel Convegno è stato presentato e avviato nella città di Roma il progetto pilota di informazione, formazione,diagnosi e cure  psicosomatiche integrate ,a cura del CENPIS ORION diretto dal Prof. Antonio Popolizio .

In questo progetto di prevenzione dello stress e promozione del benessere fisico e mentale verranno coinvolte scuole,università,mondo del lavoro,medici,strutture sanitarie,enti e associazioni.

Per informazioni su come contattare direttamente il prof. Antonio Popolizio previo appuntamento si può chiamare lo studio in Roma – Piazza Trasimeno 2  TEL. 06.8414142

WWW.CENPIS.IT

CENPIS psicoterapia e psicosomaticaIMG_4861


Vota l articolo!:
[Voti: 0   Media: 0/5]

Check Also

Un sogno chiamato….Da Braccio

Monte Argentario, spiaggia della Feniglia, angolo di paradiso naturale. Mare e Monti “accolgono” sulla spiaggia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *