YLENIA LUCISANO E IL SINGOLO “PICCOLO UNIVERSO”

Da domani, venerdì 28 marzo, sarà in rotazione radiofonica “PICCOLO UNIVERSO”,  il primo singolo estratto dall’omonimo album d’esordio della giovane cantautrice YLENIA LUCISANO. Il branoscritto dal cantautore Pacifico, parla di amore e fiducia in un’epoca in cui questi valori spesso vengono a mancare. Il disco, prodotto e pubblicato da Bollettino Edizioni Musicali e distribuito da Artist First, sarà disponibile dal 15 Aprile nei negozi tradizionali, in digital download e sulle piattaforme streaming.

YLENIA LUCISANO_4861b_b

«“Piccolo Universo” non è una semplice canzone d’amore – racconta Ylenia Lucisano – è piuttosto un inno alla fiducia. Un valore che significa anche libertà e che per questo rende vivo e solido qualsiasi legame. Ma quanto è difficile oggi fidarsi e affidarsi? Ecco perché nella canzone invito la persona che amo ad abbandonarsi alle proprie sensazioni, confidando nel fatto che a volte il salto e il volo sono l’unica risposta…Quando Pacifico, sublime autore e sublime persona, ha voluto regalarmi questo bellissimo testo, sono rimasta meravigliata di come sia riuscito a centrare alla perfezione la mia visione dell’amore!».

L’album “PICCOLO UNIVERSO”  racchiude dieci tracce di pop raffinato, con venature folk, e parla delle speranze e della visione del  mondo della cantautrice calabrese, il suo “piccolo universo” e tutto ciò che esso comprende. Oltre a quella con Pacifico, all’interno dell’album si trovano altre collaborazioni importanti come quella con il cantautore piacentino Daniele Ronda, che ha scritto il brano “Riscoprirmi”, e quella con la giovane pianista Giulia Mazzoni che suona il piano in “Un angelo senza nome”.

Piccolo Universo” è stato registrato presso lo “Stripe Studio” di Milano da Silvio Masanotti, che ne ha curato gli arrangiamenti e la produzione artistica (quest’ultima insieme a Ylenia Lucisano con la collaborazione di Carlo Lucisano), ed è stato mixato e masterizzato da Stefano Mariani (eccetto il brano “Movt Movt” mixato e masterizzato da Massimo Faggioni). L’artwork del disco è stato curato da Paola Castelli e Simona Frigerio per Studio 21.24.

Ylenia Lucisano, nata a Rossano (CS) il 27 settembre 1989, attualmente vive a Milano. Inizia presto a cantare nei piccoli pianobar di provincia presentando brani scritti insieme al papà Carlo, che la accompagna alla chitarra. Già a 10 anni decide di rendere realtà il suo sogno: fare della musica la sua professione. Le sue prime esperienze canore la portano a raggiungere ottimi risultati nei più importanti concorsi nazionali, come il Premio Mia Martini e il Festival di Castrocaro. All’età di 19 anni decide di lasciare la Calabria per trasferirsi a Roma e iniziare il suo percorso di ricerca artistica. Nei primi tre anni si dedica allo studio e alla scrittura musicale, poi si trasferisce a Milano, pronta per affrontare il mondo discografico, ricevendo il Premio AFI come giovane artista emergente italiana al Festival Internazionale della Musica Italiana di Bruxelles ed il Premio Euromediterraneo, conferito agli artisti calabresi che si distinguono nel mondo. Nel giugno 2013, Ylenia Lucisano fa il suo esordio discografico con il primo singolo “Quando non c’eri”. Il 7 dicembre 2013, dopo aver pubblicato “Movt Movt”(brano apripista del disco d’esordio in preparazione, il cui video ha totalizzato quasi 200 mila visualizzazioni su Muzu.tv), sale sul prestigioso palco del “Concerto di Natale” a Roma, andato in onda la sera della Vigilia in prima serata su Rai Due, esibendosi insieme a grandi nomi della musica italiana ed internazionale (Patti Smith, Dolores O’Riordan, Asaf Avidan, Elisa, Arisa e altri). A gennaio 2014 iTunes la inserisce nella rosa degli 8 artisti emergenti da tenere d’occhio, lanciando una campagna promozionale a livello nazionale.


Vota l articolo!:
[Voti: 0   Media: 0/5]

Check Also

Coronavirus, al via a fine aprile i primi test del vaccino sull’uomo | Rezza (Cts): “E’ candidato promettente”

I test saranno effettuati su alcuni volontari britannici. Se ci saranno esiti positivi già a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *