UNA NOTTE TUTTA INGLESE CON I ROLLING STONES TUTTI ITALIANI

93 Sembrava di essere in un locale top di Londra, nel noto Kill Joy di via Appia a Roma, nella notte del raduno delle mitiche Harley Davidson fuori dal locale, tutto perfetto per far rivivere la leggendaria Band inglese dei Rolling Stones ricordata con assoluta professionalità dagli italianissimi Bigger Bang.

            Intro strepitoso, dei Carmina Burana del compositore Carl Orf del 1889 dal sapore tutto modale per introdurre la possente voce del virtuoso cantante Luca Celletti, che nel bel mezzo della serata ha improvvisato un duetto formidabile con Jessica Morlacchi, sempre più brava, ex Cantante dei Gazosa vincitrori di Sanremo, quelli di www Mi piaci tu!!

            18Serata voluta fortemente dal fondatore della formazione il bassista Mauro Morlacchi esperto musicista che ha suonato in varie formazioni “Ritratto di Dorian Gray con il M’ Claudio Simonetti”, “Il Cammelo Book” con il M’ Paolo Rustichelli, Carlo Bordini e Pino Belardinelli.         Mauro, tra l’altro fondatore degli Etabeta, diventati poi Gazosa. Dave Sumner chitarra e cori, arriva dall’Inghilterra componete dei Primitive con il famoso cantante Mal, ha suonato con i Camaleonti e Kamel.

            Sandro Chessa batterista storico di Roberto Ciotti, allievo di Roberto Gatto, ha suonato con il blues man americano, Jimmy Witherspoon.

            Infine Fabio Nardelli, chitarra elettrica, ha suonato a Sanremo “No est no west” di Scialpi, con Rita Rusić e turnista della gloriosa casa discografica RCA per gli Unipux.

            Tra gli ospiti: Gazibo quello di “I like Chopin”, che negli anni 80 ha fatto ballare mezza Europa, il conduttore televisivo di Number One su Rai 2 Angelo Martini, la cantante Giada Morlacchi, il fotografo Pino Stuppini.

           08Grande soddisfazione del direttore artistico del Kill Joy, Davide Occhipinti che dirige da 5 anni il locale per la famiglia Lesti, Daniele e Marco.

            Un susseguirsi di brani eccellenti del repertorio degli Stones: da Brown Sugar, Live With me, It’s Only Rock ‘N’ Roll, la poetica Angie e l’indimenticabile Satisfaction.

            Luca Celletti tiene il palco benissimo da vera Rock Star fa cantare anche i fedelissimi del pubblico amanti della Band Inglese, bacia la sua ragazza, Delia, e dedica la serata alla mamma Anselma, che festeggia il compleanno.

            JESSICA MORLACCHI E LUCA CELLETTI BIGGER BANGParla sempre il inglese e considerando i suoi trascorsi nella formazione degli Eurosmith tribute-band europea del 1997 degli Aerosmith, leader dei Toxic Twins, e da due anni leader in Olanda degli Aeroforceone.

            In uscita a breve il suo nuovo album Lace Black di 11 track di inediti coprodotto da Dani Macchi dei Belladonna, che ha curato anche gli arrangiamenti.

… “Sono soddisfatto e felice della nostra Band Bigger Bang – replica il fondatore Mauro Morlacchi- non solo per l’amicizia che ci lega ma anche per far conoscere la musica di una delle Band più famose al mondo alle generazioni future che potranno beneficiare del loro stile”.

By Angelo Martini


Vota l articolo!:
[Voti: 0   Media: 0/5]

Check Also

Il MEI – (meeting delle etichette indipendenti) 2020 di Faenza si colora di Puglia.

  Grande successo per il cantautore leccese Teto D’aprile vincitore del premio MEI (DiscoNovità) sul palco …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *