Una Lazio cinica complica i piani della Roma. E’ 2-0

di Simone Certelli

ROMA – Questa sera all’Olimpico la Lazio ospita la Roma per il primo dei due derby di coppa Italia. La Roma parte subito bene e al minuto e mezzo Dzeko cerca di rendersi pericoloso tirando in porta ma il tiro, deviato, finisce in calcio d’angolo. Partita molto equilibrata, la Lazio cerca di annullare Nainggolan creando una vera e propria gabbia e lasciandogli pochi spazi di manovra, e al 21′, su un lancio di Anderson, Milincovic – Savic colpisce di testa mirando l’angolino basso alla sinistra di Allison ma il portiere la devia in calcio d’angolo. Al 25′ Milincovic innesca, con un pregiato colpo di tacco Immobile, che tira in porta ma trova ancora i guantoni di Allison che le respinge sui piedi di Lukaku ma il tiro del belga finisce alto. La Lazio aumenta i ritmi e tenta di dettare il gioco con il metronomo Milincovic, infatti al 30′ la Lazio va in vantaggio, Felipe Anderson brucia Fazio e la mette al centro per Milincovic – Savic che prende in controtempo Manolas e Strootman e da posizione ridotta insacca alle spalle del portiere della Seleçao per l’1-0. Al 34′ Immobile parte dalla sua metà campo e arriva dopo 60 metri di corsa al limite dell’area di rigore giallorossa, il tiro è poco potente e finisce fuori di molto. Al 37′ Paredes crossa in area per Dzeko ma il bosniaco colpisce di stinco, mandandola fuori. Al 40′ per un intervento su Nainggolan viene ammonito Parolo, che, essendo diffidato, sarà costretto a saltare la partita di ritorno. Il secondo tempo si apre nel segno della Lazio, che schiaccia la Roma e si rende pericolosa in più occasioni, al 51′ Anderson tira da fuori area, mancando di poco lo specchio della porta. Al 59′ un contropiede rapidissimo di Milincovic – Savic serve Immobile sulla trequarti, il napoletano si accentra, e serve Parolo che con una sassata manca lo specchio della porta di un soffio, colpendo l’esterno della rete e dando l’illusione del gol. Le linee della Lazio sono molto strette e i giocatori della Roma non trovano spazio, soprattutto Nainggolan e Salah, che non riescono ad impostare il loro gioco. Al 64′ Spalletti gioca la carta Perotti, mettendolo al posto di Paredes mentre al 67′ per la Lazio esce Felipe Anderson ed entra Keita. Al 67′ la Lazio raddoppia con Immobile ma l’arbitro annulla la rete per un  fuorigioco segnalato dal guardalinee. Al 68′ secondo cambio per la Roma, entra El Shaarawy ed esce Salah. Al 72′ l’arbitro ammonisce Rudiger per una spinta su Immobile che finisce addosso i cartelloni pubblicitari. Al 75′ Peres tenta il tiro da lontano ma non impensierisce minimamente il portiere Strakosha, che viene ammonito per aver perso tempo sul rinvio. Al 77′ su un cross di Peres El Shaarawy tenta la mezza rovesciata, la conclusione più difficile ma la colpisce male. Un minuto dopo Keita tenta l’uno contro uno contro Manolas, il senegalese vince il duello e serve in area di rigore Immobile che non sbaglia e di piatto firma il 2-0. All’80’ Lukaku lascia il posto a Crecco, cresciuto nelle giovanili della Lazio. Per il belga una splendida prestazione questa sera. All’86 Peres lascia il posto a Totti, passando al 4-2-4. Al 91′ Milincovic- Savic esce ed entra Murgia, altro ragazzo della primavera. Al 93′ Biglia viene ammonito per un fallo su Rüdiger. La Roma si vede di più in area biancoceleste ma oltre il colpo di testa di Fazio al 96′ che termina fuori non si rende pericolosa e finisce 2-0. La Lazio complica il passaggio del turno alla Roma e vince meritatamente la prima stracittadina di coppa Italia dopo 4 lunghi anni (non accadeva dalla finale di coppa Italia del 26 maggio 2013). Il ritorno il 4 aprile.

 

Lazio (3-5-2): Strakosha, Bastos, de Vrij, Wallace; Basta, Parolo, Biglia, Milinkovic – Savic (90’+1 Murgia), Lukaku (80′ Crecco); Immobile, Anderson (67′ Keita). A Disp.:Hoedt, Djordjevic, Crecco, Keità Balde, Luis Alberto, Lombardi, Adamonis, Spizzichino, Vargic, Murgia, Mohamed.  All. S. Inzaghi.

Roma (3-4-3): Allison; Rudiger, Fazio, Manolas; Peres (86′ Totti), Paredes (64′ Perotti), Strootman, Emerson; Nainggolan, Dzeko, Salah (68′ El Shaarawy). A disp.: Szczesny, Jesus, Grenier, Perotti, Totti, Vermaelen, De Rossi, Lobont, Rui, Gerson, El Shaarawy. Indisponibili: Florenzi, Spinozzi. All. L. Spalletti.

Arbitro: Irrati di Pistoia.

Recupoero: o; +6.

L'esultanza di Milincovic - Savic per il vantaggio biancoceleste
L’esultanza di Milincovic – Savic per il vantaggio biancoceleste

Vota l articolo!:
[Voti: 5   Media: 4.8/5]

Check Also

Champions ed Europe League, l’Uefa pensa a una Final Four a Istanbul

AS: “L’Uefa vuol proporre alle Federazioni semifinali in gara secca e poi finalissime in un’unica …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *