“TORNA DOVE SI ACCENDE IL SOLE” IL ROMANZO DI AURE MARRA MAJANDI

La storia di Angela e il suo incontro con la vita, nello sfondo di una natura sempre presente e quasi protettiva.

Ho il piacere di contattare telefonicamente, la scrittrice ligure Aure Marra Majandi, autrice del romanzo “Torna dove si accende il sole”, pubblicato da Armando Curcio Editore e distribuito nel circuito librario nazionale tra fine marzo e inizio aprile. 

543173_399983223379522_862880721_n

Come Le è nata di scrivere?
La passione per la scrittura l’ho avuto fin da piccola, scrivevo le favole e le donavo a mia madre.

Da dove nasce l’idea del libro?
L’idea di un libro nasce spontanea da qualche piccolo particolare che colpisce la mente e il cuore.

Sappiamo che non c’è qualcosa di autobiografico nel suo romanzo, quindi i suo personaggi e le storie da dove nascono?
I miei personaggi tutti inventati si presentano all’improvviso come delle creature vere, mi affeziono e rimangono cuciti sulla pelle.

Tra i suoi vari libri e romanzi quale preferisce e perché?
Tra i miei libri e romanzi per ora, quello che preferisco è TORNA DOVE SI ACCENDE IL SOLE   perche è ambientato in un posto stupendo…..le Dolomiti ma soprattutto perche è l’ultimo romanzo che ho scritto con a fianco mio marito prima che mancasse.

Quali sono i suoi prossimi progetti?
I miei progetti sono molti, ho due libri da terminare  e un altro romanzo molto impegnativo che uscirà a Marzo 2015.

Protagonista “invisibile” del romanzo – con un espediente letterario di buona presa – è Angela, prima bambina, poi ragazza e donna, che per una vicenda familiare complessa viene cresciuta dalla nonna a contatto con la natura ai piedi delle Dolomiti, in un rifugio-bar tra gli splendidi paesaggi fra il Trentino e il Veneto. Il suo unico legame è con la montagna, la sua unica compagna la Pittura.

Angela, conduce una vita silenziosa. Nelle passeggiate tra i boschi si abbandona alla meditazione, lasciando lievitare il suo spirito oltre le cime degli alberi fino a perdere contatto con la materialità delle cose. In questo mondo magico, fa la comparsa Mirko, un uomo di città che, improvvisamente, scuoterà il suo animo e le permetterà di vivere un sogno a occhi aperti. Sara, l’inconsapevole testimone dell’ultimo incontro tra i due innamorati, ripercorre i ricordi di Angela, anche quelli più mesti e indicibili: i ricordi di una vita mai del tutto vissuta fino in fondo.

«Nell’arco di una vita – scrive Aure Marra Majandi – le emozioni che si provano sono infinite e mutevoli. A volte, se trovi chi sa ascoltare e capire, oltre ad aiutarti profondamente, ti fa rivivere quello che credevi sepolto per sempre». In questa frase l’autrice esprime tutto il significato di questo romanzo.

L’autrice Aure Marra Majandi è nata e ha vissuto a Genova, ma da anni risiede a Loano dove per molti anni ha insegnato Tecnica ed Economia Aziendale. Laureata in Economia, ha pubblicato altri successi: Il sole non scalda le nuvole (1997, Nuovi Autori, Milano), Riflessi nell’acqua (2000), Camilla e la Rosa (2004) e La famiglia di Camilla (2009).

Facebook – Armando Curcio Editore

di Silvia Pozzi


Vota l articolo!:
[Voti: 0   Media: 0/5]

Check Also

Il MEI – (meeting delle etichette indipendenti) 2020 di Faenza si colora di Puglia.

  Grande successo per il cantautore leccese Teto D’aprile vincitore del premio MEI (DiscoNovità) sul palco …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *