Maserati Gran Turismo: stato dell’arte tecnologico e stilistico

La guardi e ti innamori di lei. Linee armoniche che lasciano spazio al puro piacere, per assaporare un nuovo concetto di sportività, mai sopra le righe, ma pur sempre con un carattere molto deciso. Questa nuova Maserati Gt, ed 2023, la compri perché la ami, poi viene tutto il resto… cosa è il resto? Perfezione tecnologica nella meccanica, materiali innovativi con i quali si è potuto creare linee esclusive e tanta, tanta esperienza ingegneristica Made in Italy. Mi accomodo al posto di guida ed e’ subito amore. Volutamente non accendo il motore, il cui “sound” sportivo mi riservo di ascoltare in un secondo momento; mi fermo così sul nuovo cockpit che mette in risalto una rinnovata plancia totalmente digitale che integra il quadro strumenti e l’infotainment centrale da 12”. A questi si aggiunge un terzo schermo, collocato appena sotto, da 8 pollici, dedicato  alla gestione del climatizzatore. Il sistema multimediale MIA (Maserati Intelligent Assistant) si affida ad Android. L’impianto audio premium è firmato da Sonus Faber, un impianto da 1.200 watt e 19 altoparlanti.

Intorno a me trovo l’abitacolo che non avrei mai pensato di trovare, sportivo, mai angusto, anzi, molto luminoso. Il confort, al termine del mio test, merita un 10 e lode; sospensioni elettroniche e un telaio praticamente senza pecche permettono di guidare la nuova Maserati GT come vuoi, ovvero in totale relax o calcolando gli ultimi 5 metri utili per goderti una “staccata” da urlo. Ci siamo. Schiacciamo il pulsante di sinistra integrato nel volante e si accende “Nettuno” il motore by Maserati che dona a questa GT un “mare “ di emozioni. I numeri: sei cilindri a V, doppio turbo-compressore, cilindrata  3.0 Litri.  Montato da tempo sulla supersportiva Maserati MC20, nella GT Modena è stato rivisto in alcuni dettagli per essere più sfruttabile durante la guida di tutti i giorni, degna di nota la possibilità di disattivare in maniera intelligente tre dei sei cilindri per risparmiare carburante.

490 cavalli e 600 Nm di coppia massima capaci di portare la Maserati GT Modena alla velocità di 305 km/h fermando il cronometro dello 0-100 in 3,9 secondi.  Il cambio scelto è il noto automatico ZF a otto rapporti con differenziale autobloccante posteriore e quattro modalità di guida (Comfort, GT, Sport e Corsa).

In città la Maserati GT si muove con disinvoltura, mantenere i 50 km/h non è un problema… il motore gira fluido e regolare. In autostrada a 130 km/h si viaggia nel massimo confort. Un dato che ha poco interesse per una supercar, ma che voglio evidenziare, ovvero  il consumo: non mi è stato difficile raggiungere i 10 km con un litro a 130 km all’ora! Direzione Argentario, ma prima mi godo un giro in pista. Non riesco a vedere il tachimetro, sento soltanto salire l’adrenalina. L’accelerazione è bruciante, l’allungo sembra non finire mai…curva, contro curva.. sembra che non esistano limiti dinamici. La trazione integrale aiuta a scaricare tutti i cavalli a terra e ci si entusiasma a vedere l’ago del contagiri fisso su gli 8mila giri.  Frenata al limite e l’auto non si scompone di un millimetro.

Come in una giostra, compiuto l’ultimo giro, bisogna scendere ….non prima di aver apprezzato la qualità dei pellami delle poltrone, i legni pregiati agli sportelli e le rifiniture in generale  che fanno di questa auto “il Coupe’”.


Vota l articolo!:
[Voti: 1 Media: 5]

Read Related Posts:

Check Also

Grecale: La sfida vinta da Maserati

Emozione, purezza stilistica, tecnologia:  questa la sintesi di un nuovo progetto che la casa del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Supportaci!

Se ti piace il sito fallo conoscere in giro! 😀