“LA MI RE MI” IL PRIMO LIBRO DI RENATO CARUSO

UN VIAGGIO LETTERARIO TRA LA CANZONE D’AUTORE, PITAGORA,

STEVE JOBS E PINO DANIELE (A CUI È DEDICATA L’OPERA).

“Passato” e futuro di semplicità: è questa la ricetta contenuta nel primo libro di RENATO CARUSO (musicista e informatico), LA MI RE MI“, uscito da poco per Europa Edizioni, a beneficio di esperti del settore, appassionati di musica e non solo…

Renato“Il libro è il resoconto di un lavoro durato circa un anno, nato dopo diverse riflessioni, spartiti studiati e serate in giro per l’Italia e l’Europa a suonare e ascoltare musica dal vivo – afferma Renato Caruso – Un viaggio letterario tra la canzone d’autore, Pitagora, Steve Jobs, Pino Daniele (a cui è dedicata l’opera) e altre forti personalità che hanno cambiato il mondo, e anche me”.

Il libro è disponibile in tutti i bookstore online, sul sito www.europaedizioni.it e, su ordinazione, in versione cartacea in tutte le librerie.

Renato Caruso – compositore, musicista, informatico – è nato a Petilia Policastro (KR) nel 1982. Laureato in Informatica (Bologna), Informatica musicale (Milano) e Chitarra classica (Nocera Terinese), ha lavorato per cinque anni come docente di chitarra classica e acustica, teoria e solfeggio nell’accademia di Ron, Una Città Per Cantare, oltre a occuparsi della parte informatica e web. Renato Caruso ha scritto diverse musiche per altri, pubblicato circa 10 dischi e suonato con D. Lo Parco, Von Washington, M. Marce e molti altri. Il suo canale YouTube ha circa 1 milione di visite. Gestisce inoltre il sito www.tutorialitaly.com, dove si occupa di realizzare tutorial. Attualmente lavora in diverse accademie musicali di Milano, suona con più di una band in Europa, insegna nella scuola media statale e si occupa di ricerca nell’ambito informatico-musicale.

 


Vota l articolo!:
[Voti: 0   Media: 0/5]

Check Also

Editoria, Agenza Dire, il direttore Perrone: “La forza della Dire, il livore di Zunino”

ROMA – Livore sospetto quello di Corrado Zunino, firma di Repubblica, che scrivendo della Dire …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *