IN ANTEPRIMA AL SALONE DEL LIBRO DI TORINO ARRIVA SMEMORANDA 2015

Vivi. Ama. Ridi! 

Doppio firmacopie per il diario cult degli studenti: giovedì 8 maggio con i Boiler, i Finley e i direttori Smemo e domenica 11 maggio con Licia Troisi e i disegnatori Alberto Corradi e Maicol di Maicol&Mirco.

La Smemo 2015 arriva fresca di stampa al Salone del Libro di Torino con tantissime novità tutte da scoprire, dentro e fuori. E un tema davvero speciale, che suona come un invito da cogliere al volo:Vivi. Ama. Ridi! Un vero e proprio mantra per risollevare anche la giornata più nera, raccontato da testi e disegni degli oltre 100 collaboratori di Smemoranda.

Sono due gli appuntamenti con firmacopie per scoprire in anteprima la Smemo 2015 allo stand Feltrinelli Editore: giovedì 8 maggio alle 11.30 con i Boiler Federico Basso, Gianni Cinelli, Davide Paniate e i Finley, che saranno a disposizione dei fan per autografare la nuova fiammante edizione del diario, in compagnia dei direttori Nico Colonna, Gino e Michele. Domenica 11 maggio alle 11, firmeranno la Smemo con parole e disegni la scrittrice Licia Troisi e i disegnatori Alberto Corradi e Maicol di Maicol&Mirco. E chi non acquisterà il diario allo stand potrà portarsi a casa una foto polaroid della propria pagina preferita con una dedica speciale.

E poi per Smemoranda.it il grande ritorno degli Oscar delle fascette. A un anno di distanza torna Fascette a manetta http://www.smemoranda.it/post/1543/Tremate-tremate-le-fascette-son-tornate. Per tutto il Salone del libro,  solo su Twitter https://twitter.com/SmemoOfficial e Fb Smemoranda https://www.facebook.com/smemoranda?fref=ts. Domenica 11 decreteremo la fascetta più brutta! www.smemoranda.it – www.facebook.com/smemoranda – @SmemoOfficial – www.youtube.com/user/SmemoOfficial

Chi è Smemoranda

La Smemo, diretta da Nico Colonna e Gino e Michele, nasce alla fine degli anni Settanta grazie al progetto di un gruppo di giovani milanesi legati all’allora movimento studentesco. Il loro intento: creare una nuova proposta editoriale ai tempi rivoluzionaria senza l’ausilio di uffici marketing e capitali. È così che vede la luce la Smemo, l’agenda un po’ libro un po’ diario, lunga 16 mesi, che dal 1979 ha alternato tra le sue pagine – sempre rigorosamente a quadretti! – articoli, opinioni, saggi, notizie, poesie, canzoni, quiz, disegni e vignette. Sono oltre 20 milioni gli studenti che dalla prima edizione ad oggi l’hanno “consumata” ogni giorno.


Vota l articolo!:
[Voti: 0   Media: 0/5]

Check Also

Coronavirus, i consigli per chi vive con malati di Alzheimer

Mantenere e stimolare le abilità cognitive e motorie delle persone con demenza; stimolare il loro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *