Congresso SIS118: Emergenze respiratorie, nuove frontiere nella tecnologia e nei farmaci

Nel 33% di tutti gli  incidenti verificatisi a livello internazionale, si registra un mancato controllo delle vie aeree. E’ il Prof. Felice Eugenio Agrò, Responsabile UOC di Anestesia e Rianimazione del Policlinico Campus Bio-Medico, che in occasione del 15 congresso SIS118, annuncia ai presenti le più grandi criticità del sistema di emergenza respiratoria. Pensate, prosegue Agrò, del 33%registrato, un 60% va incontro a decesso e soltanto il 27% ritorna ad un pieno recupero. Il controllo delle vie aeree è una delle priorità assolute nel sistema di emergenza. Maggiore attenzione quindi e otterremo una riduzione della mortalità Nuove tecnologie, come i laringoscopi di ultima generazione , nuove procedure per l’intubazione , nuove tecniche di ossigenazione in emergenza, ma soprattutto nuovi farmaci  possono aiutarci concretamente a fornire risposte efficienti ed efficaci. Novità, conlude Agrò, che “toccheremo con mano” nelle prossime sessioni di lavoro congressuali.

 


Vota l articolo!:
[Voti: 0   Media: 0/5]

Check Also

Koine’2020: IEG lancia il progetto#SAFEBUSINESS

Rimini, 13 maggio 2020 – Fare fiere e partecipare alle fiere nel pieno rispetto delle regole …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *