Ad Arezzo il primo monumento dedicato alle vittime di Covid-19

Il Gran Premio Internazionale di Venezia Leone d’Oro di Venezia tra i sostenitori dell’iniziativa

Domenica 21 marzo 2021 sarà inaugurato all’Ospedale San Donato di Arezzo il primo monumento dedicato alle vittime di Covid-19. L’iniziativa promossa dal Presidente Opi (Ordine delle Professioni infermieristiche di Arezzo) Giovanni Grasso ha trovato fin dall’inizio il più grande consenso tra le autorità pubbliche e civili della città, in primis dal Direttore Generale dell’AUSL Toscana Sud-Est, Antonio D’Urso. Alla presenza del Governatore della Toscana Eugenio Giani, sarà così svelata l’opera dell’Artista Enzo Scatragli in memoria di chi, purtroppo “non ce l’ha fatta”.

“103.000 decessi da Covid-19 in Italia, quasi 5000 in Toscana, tanto il dolore che le famiglie e le persone care hanno dovuto affrontare dall’inizio di questa pandemia -, ricorda Grasso. Questo simbolo è un ricordo che purtroppo per le nostre e per le future generazioni sarà indelebile nelle nostre menti. Allo stesso tempo vuole essere un ringraziamento per tutto il personale sanitario e non, ai volontari e agli addetti alla sanificazione che con spirito di abnegazione hanno sempre dimostrato la loro determinazione nel lavoro per riuscire a dare delle risposte ai tanti cittadini coinvolti dal Virus. La goccia della rinascita e la speranza di uscire fuori dal Tunnel sono oggi tangibili grazie alla possibilità di vaccinare quante più persone possibili. Gli infermieri sono al fianco dei cittadini e si mettono a disposizione della comunità in una campagna di vaccinazione di massa”, conclude il Presidente Opi di Arezzo Giovanni Grasso.

Tra i sostenitori di questa singolare iniziativa la prestigiosa istituzione “Gran Premio Internazionale Leone d’Oro di Venezia” che attraverso il suo Presidente, dott. Sileno Candelaresi, plaude a questa iniziativa. “ abbiamo bisogno di non dimenticare, dichiara Candelaresi, e quest’opera porterà in eterno, nel cuore di tutti noi, il ricordo di tanti fratelli colpiti da questa terribile malattia.”


Vota l articolo!:
[Voti: 0   Media: 0/5]

Check Also

Mini 2022, si rinnova un mito

Quando vedo una Mini, passato presente e futuro diventano una cosa sola ovvero un mito! …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *