Riduzione orario continuità assistenziale: attenti a non scaricare il lavoro sul 118

Con fermezza Mario Giosuè Balzanelli, Presidente SIS118 designato, questa mattina in occasione dell’apertura dei lavori del 15 Congresso sis118, interviene su un tema di grande attualità e motivo di animati dibattiti: la riduzione dell’orario di apertura del servizio di Continuità Assistenziale (c.d. Guardia medica), orario che lascierebbe scoperte le ore notturne. La modifica dell’assetto attuale –  dichiara Balzanelli – avrebbe riflessi negativi sulla funzionalità del servizi sanitari di emergenza attivi nelle ore notturne e in particolare sui Servizi di Emergenza Sanitaria “118”, sui quali si riverserebbe l’intera mole di lavoro attualmente svolta dalla Continuità Assistenziale nelle ore notturne. Ciò può mettere seriamente in crisi la funzionalità del Sistema di Emergenza sanitaria italiana, non affatto dimensionato per far fronte alle maggiori richieste di prestazioni distraendo in modo rilevante le risorse che invece sono istituzionalmente finalizzate alle attività di emergenza. La SIS118, ricorda il Dr. Riccardo Sestili – Presidente della SIS 118 – è convinta che qualsiasi modifica e riforma dell’attuale assetto organizzativo della Continuità Assistenziale debba essere preceduto da un’ampia discussione fra tutti i soggetti istituzionali che sono coinvolti e interessati alla tematica, partendo da un’attenta e approfondita analisi dei dati.


Vota l articolo!:
[Voti: 0   Media: 0/5]

Check Also

Koine’2020: IEG lancia il progetto#SAFEBUSINESS

Rimini, 13 maggio 2020 – Fare fiere e partecipare alle fiere nel pieno rispetto delle regole …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *