PIPISTRELLO D’ORO A ‘TIME LAPSE’ DI BRADLEY KING E, PER L’ITALIA, PIPISTRELLO D’ORO A ‘OLTRE IL GUADO’ DI LORENZO BIANCHINI

34° FANTAFESTIVAL MOSTRA INTERNAZIONALE DEL FILM DI FANTASCIENZA E DEL FANTASTICO

foto

Il  FANTAFESTIVAL (Mostra Internazionale del Film di Fantascienza e del Fantastico – dal 14 luglio al 7 settembre 2014), diretto da Adriano Pintaldi e Alberto Ravaglioli – promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Cinema, Roma Capitale Assessorato alla Cultura Creatività e Promozione Artistica, Assessorato alla Cultura Arte e Sport della Regione Lazio, e realizzato in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia Cineteca Nazionale – è lieto di annunciare la rosa di premiati di questa sua trentaquattresima edizione.

Pipistrello d’Oro al Miglior Film Straniero all’americanoTime Lapse di Bradley King, alle prese con la storia di tre amici che trovano una gigantesca macchina capace di scattare fotografie ventiquatt’ore nel futuro; la macchina spingerà i giovani a sfruttarne al massimo le potenzialità finché inquietanti e pericolose immagini cominceranno a palesarsi.

Pipistrello d’oro al Miglior Film Italiano a Lorenzo Bianchini per il suo Oltre il guado. Novantadue minuti di terrore, in cui il vero protagonista è uno di quei vecchi luoghi composti da una decina di edifici costruiti con pietre e sassi, dai tetti in legno che si incurvano fino a toccarsi, vicoli stretti e lugubri. Un piccolo paese abbandonato che di notte dovrebbe essere silenzioso, invece, come Marco sperimenterà, è un concerto sinistro di porte che cigolano, finestre che sbattono, vento che ulula, ombre che strisciano e lontane urla strazianti.

Vincono, nella sezione corti, Happy Together di Iossif Melamed (Pipistrello d’oro al Miglior Cortometraggio Internazionale) e Lievito madre di Fulvio Risuleo (Pipistrello d’oro al Miglior Cortometraggio Italiano)
Ma, i premi non finiscono qui. Da quest’anno, assegnati due nuovi premi ai registi partecipanti. L’omaggio a Mario Bava si è concluso con l’assegnazione del primo Premio Mario Bava, dedicato alla memoria del maestro del cinema del brivido in occasione del centenario dalla sua nascita. Annunciato già durante l’edizione del 2013, il Premio “Mario Bava”, assegnato alla Migliore Opera Prima tra i film italiani selezionati, è stato vinto da The Perfect Husbanddi Lucas Pavetto, con le sue chine il suo folle sospetto.

Premio Mary ShelleyPremio Internazionale alla Migliore Regista, anch’esso consegnato per la prima volta, a Soulmate della britannica Axelle Carolyn. Un Premio che celebra l’impegno creativo femminile all’interno di un genere cinematografico popolato, in maggioranza, da registi uomini.

Le premiazioni sono avvenute ieri sera, in presenza di una sala gremita, presso il Cinema Barberini che ha ospitato per un’intera settimana anteprime, incontri e ospiti della kermesse. Durante la Cerimonia di Premiazione è stato, inoltre, proiettato un docu-omaggio realizzato dai curatori di Wonderland (RAI4) per omaggiare Mario Bava. Un montaggio di repertorio con estratti di interviste a Bava (le sue rare apparizioni televisive, tra il 1970 e il 1981) e ai suoi illustri estimatori (tra essi, Martin Scorsese), che verrà trasmesso su da Rai4 venerdì 25 luglio, nel corso di una speciale puntata di Wonderland dedicata al Fantafestival.


Vota l articolo!:
[Voti: 0   Media: 0/5]

Check Also

Coronavirus, i consigli per chi vive con malati di Alzheimer

Mantenere e stimolare le abilità cognitive e motorie delle persone con demenza; stimolare il loro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *