LA FRANZONI AI DOMICILIARI: DECISIONE DISCUTIBILE?

Qualche giorno fa la Signora FRANZONI e’ stata ammessa agli arresti domiciliari, dopo  che e’ stata discussa l’integrazione della perizia richiesta al perito Augusto Balloni.  Abbiamo incontrato la Dottoressa Laura Volpini Psicologa Forense e Psicoterapeuta.

IMG_7518

– La perizia del Professor  Balloni attesta che “Eventi tali non possono più verificarsi” e che la signora FRANZONI correrà rischi di incontrare difficoltà, frustrazioni, contrasti ambientali e altri avvenimenti che potranno incidere sul suo comportamento, che potrebbe caratterizzarsi per condotte devianti”, ma che con la psicoterapia possa essere “risocializzata”. Dopo sei anni dalla perizia svolta da lei e dai suoi colleghi Ariatti e Camerini,  cosa ne pensa al riguardo?

Non conosco nel dettaglio la perizia del Prof. Balloni, ma mi colpisce innanzitutto che in prima battuta avesse ritenuto che la signora Franzoni fosse ancora a rischio di recidiva e invece, in seconda battuta, ha modificato le sue conclusioni.
In questi casi e’ molto importante rispondere all’ Autorita’ Giudiziaria con strumenti che abbiano  leggi scientifiche di copertura.
Mi risulta che il Prof. Balloni abbia utilizzato un metodo di analisi grafologica. Peccato che tale metodo sia aspecifico e non in grado di valutare il rischio di recidiva.
Entrando nel merito dei contenuti emersi della perizia, non credo che oggi si debba temere che la signora Franzoni possa uccidere ancora. Questo perche’ reiterare il reato di figlicidio e’ – in genere – altamente improbabile.  Anche nella perizia del 2008, dicemmo che semmai sussisteva il rischio moderato di un comportamento aggressivo e che c’erano degli aspetti significativi della personalita’ della signora Franzoni, che non propendevano per una sua piena adeguatezza genitoriale.

– Quali sono gli indicatori scientifici per la prevenzione del rischio di recidiva?

Sono fondamentalmente due: 1) la capacita’ di sapersi confrontare con la propria responsabilita’ penale e le sue tragiche conseguenze; 2) la capacita’ di riflettere sui propri meccanismi di vulnerabilita’psicologica, che hanno portato al reato.

– La signora Franzoni ha lavorato in questa direzione?

Purtroppo ad oggi, la signora Franzoni non ha ancora affrontato questi aspetti e non so se cio’ avverra’ mai in futuro.

– Tra l’altro alla Signora Franzoni e’ stata tolta la potestà genitoriale, non le sembra contraddittorio riportarla a casa?

Si  questo aspetto  e’ paradossale. La signora per legge non ha la possibilità di decidere sulla vita dei suoi figli, fino a quando non termina la pena. Formalmente non e’ ritenuta in grado di svolgere  il suo ruolo genitoriale, ma allo stesso tempo, si afferma che puo’ tornare a vivere con i suoi figli.

– Avendo seguito il caso negli anni precedenti e avendo conosciuto il marito e il figlio minorenne come pensa che affronteranno la quotidianità?

Immagino che riprenderanno la loro vita quotidiana e le loro abitudini, come prima della sentenza, in cui era la signora che si occupava prevalentemente dell’educazione e della gestione dei figli.

– Il Prof. Balloni ha detto che il regalo piu’ grande che potremmo fare alla signora Franzoni e’  quello di dimenticarla, cosa ne pensa?

Questo sarebbe avvenuto gia’, probabilmente, se non avessimo assistito in questi anni da una parte, a diverse richieste fatte dalla signora Franzoni, alla Magistratura di Sorveglianza per uscire dal carcere, dall’altra a ripetuti tentativi di continuare a dimostrare la sua innocenza. Tutto questo e’ legittimo, ma allora non parliamo di oblio.

–  In ultima analisi, lei ritiene condivisibile la decisione del Magistrato di Sorveglianza? 

Le decisioni vanno rispettate, ma ritengo che sarebbe stato prudente che la signora svolgesse un significativo percorso di psicoterapia dentro al carcere, anche con un professionista esterno di sua fiducia, prima di tornare a casa.
Mi chiedo infine, quale immagine della giustizia viene offerta nel nostro paese, se una madre infanticida, dopo appena sei anni puo’ uscire definitivamente dal carcere?

di Silvia Pozzi


Vota l articolo!:
[Voti: 0   Media: 0/5]

Check Also

Coronavirus, al via a fine aprile i primi test del vaccino sull’uomo | Rezza (Cts): “E’ candidato promettente”

I test saranno effettuati su alcuni volontari britannici. Se ci saranno esiti positivi già a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *