“Fair Play”: il romanzo di Claudio Pallottini sarà presentato alla Feltrinelli di Galleria Alberto Sordi

Mercoledì 11 aprile alle ore 18,00 la presentazione del romanzo-esordio di Claudio Pallottini edito da Marsilio 

Sarà presso la libreria Feltrinelli di Galleria Alberto Sordi che gli appassionati di buona letteratura potranno conoscere meglio il primo romanzo di Claudio Pallottini, “Fair Play”, questo mercoledì alle ore 18,00.

Sarebbe riduttivo riassumere qui, in poche righe, l’enorme esperienza dell’autore, affermato sceneggiatore e attore televisivo e teatrale. Dopo aver calcato le scene nazionali fin dagli anni ’90, e forte di diverse altre pubblicazioni (tra cui l’utilissimo “Mettere in scena uno spettacolo”, realizzato a due mani con Marco Simeoli), Pallottini firma il suo esordio nel mondo della narrativa con “Fair play” per Marsilio Editore.

Fair Play

Il calcio e la sua epica sono al centro del romanzo: la storia di formazione di Ivan Providence Martini, giovane calciatore che sceglie, caparbiamente, di giocare in modo corretto, passando dal campo da calcio della parrocchia alle squadre di serie A, fino ai Mondiali. Dagli anni ’90 ai 2000 Pallottini mette in scena la storia del calcio italiano e i suoi reali protagonisti, e i molti, troppi scandali legati al doping, alle scommesse, ai campionati truccati, alla violenza e al razzismo. 

Le favole, si sa, hanno il pregio e il difetto di non essere vere, e anche la favola di Ivan Providence Martini – il bimbo nato a bordo di una nave, in una notte di burrasca, da una misteriosa madre morta durante il parto, e diventato calciatore di rango capace di tentare imprese impossibili – non è vera. Tuttavia Claudio Pallottini, montando in “Fair play” una quantità di testimonianze di personaggi dell’epoca (da Tarcisio Burgnich a Paolo Maldini, da Francesco Totti alla regina d’Inghilterra) e recuperando da ogni dove documenti, interviste, verbali segreti delle federazioni calcistiche e quant’altro (tutto inventato, o quasi tutto, e tutto verosimile), ci restituisce il brivido di una storia che davvero, se fosse vera, ci farebbe tutti felici: quella di un ragazzo che – a volte cadendo, sempre rialzandosi – riesce a salvare la propria purezza tanto nel mondo ultracompetitivo, e non del tutto pulito, dello sport più popolare, quanto in quello complesso e imprevedibile dell’amore, luogo per eccellenza dove basta un niente per perdersi e perdere. Il racconto è affidato alla voce epica, commossa e umorale di padre Claudio, il sacerdote scolopio che lo educò al calcio e all’onestà, e inventò per lui una bellissima favola.

L’AUTORE

claudio pall

Claudio Pallottini è nato a Roma nel 1970. Diplomato attore nel 1993 al “Laboratorio di esercitazioni sceniche di Roma” diretto da Gigi Proietti, ha lavorato in compagnie di primaria importanza nazionale. Autore televisivo e sceneggiatore, ha pubblicato il manuale Mettere in scena uno spettacolo, scritto con Marco Simeoli (Dino Audino Editore, 2006); il libro/gioco Inventafavole (Barbagianni Editore, 2007), Inventafavole 2 (2014),  Inventafavolino (2015) e Facciamo che io ero.. (2017). Questo è il suo primo romanzo.

 


Vota l articolo!:
[Voti: 1   Media: 5/5]

Check Also

Coronavirus, al via a fine aprile i primi test del vaccino sull’uomo | Rezza (Cts): “E’ candidato promettente”

I test saranno effettuati su alcuni volontari britannici. Se ci saranno esiti positivi già a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *