TI LASCIO UNA CANZONE 2014: PRENDE IL VOLO IL RAP

Si è conclusa la penultima puntata dell’edizione primaverile di  “Ti lascio una Canzone” 2014 condotta da Antonella Clerici ed è il momento di fare il bilancio della trasmissione.

Senza-titolo-2

La riproposizione del programma ha mostrato i segni di un canovaccio ormai consunto e la contrapposizione con Amici condotto da Maria De Filippi su Canale 5 non ha giovato all’audience del programma anche se in alcune puntate la tenuta degli ascolti c’è stata.

Antonella Clerici ha condotto con simpatia questa edizione anche se in alcuni momenti mancava la spontaneità e il divertimento più presenti nelle precedenti edizioni.

Anche quest’anno la scelta dei giovani interpreti è stata la contrapposizione tra cantanti “lirici” e “leggeri” memori del successo dei “Tre Tenorini” diventati oggiprofessionisti affermati e al genere “leggero” sono state aggiunte anche le performance “Rap”.

In quest’ultimo genere ha spiccato il volo il giovane Maurizio Lipoli (14 anni) che nella penultima puntata è riuscito ad ottenere più voti degli interpreti lirici ribaltando i pronostici.

Maurizio personalizzando la canzone “A Te” di Jovanotti con il suo freestyle, parole uscite dal cuore dedicate alla madre, ha toccato il cuore di tutto il pubblico presente e del pubblico a casa che lo ha votato portandolo alla vittoria della puntata: inoltre ha emozionato tutti i giurati dimostrando di non essere soltanto un rapper ma anche un bravo cantante dalle mille sfumature.

Questa contaminazione di generi ha anche contribuito all’aumento dell’audience pareggiando quasi lo scontro con il programma concorrente di Canale 5.

Sabato prossimo 19 Aprile andrà in onda la puntata finale di “Ti lascio una canzone” ed auguro al vincitore un futuro brillante e di successo: “Ti lascio una canzone”…e nasce una stella.

di Marialuisa Facchini


Vota l articolo!:
[Voti: 0   Media: 0/5]

Check Also

Coronavirus, al via a fine aprile i primi test del vaccino sull’uomo | Rezza (Cts): “E’ candidato promettente”

I test saranno effettuati su alcuni volontari britannici. Se ci saranno esiti positivi già a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *