NEWS DALLE SERIE MEDIASET

ESCLUSIVA – Lindsay Lohan, fuori dal rehab si dimentica le battute sul set di “2 Broke Girls” (Joi) e il suo cellulare suona nella scena-clou. Le tragedie non vengono mai sole: la madre accusata di guida in stato di ebrezza!

Lindsay Lohan sposa in 2 BROKE GIRLS (Joi).PNG

Pur essendo uscita da poco dal rehab, pur avendo promesso davanti a milioni di spettatori dal salotto di Oprah Winfrey di volersi riprendere la propria vita, lontana dagli stravizi che ultimamente l’hanno portata alla ribalta più delle capacità artistiche, Lindsay Lohan sembra esserci ricascata. L’attrice è stata chiamata nei giorni scorsi al suo primo impegno professionale dopo l’uscita dal rehab: l’interpretazione di un cameo nella sit-com “2 Broke Girls” (in Italia in onda in prima tv su Joi – Mediaset Premium ogni martedì in prima serata), nei panni di una futura sposa assai indecisa se salire all’altare. Fatto sta che secondo alcuni spettatori presenti alla registrazione (n.d.r.: in America le sit-com sono girate davanti a un pubblico vero) Lohan avrebbe dato segni di mancanza professionale. Dimenticanza delle battute, ritardi nei ciak e addirittura il suo cellulare che si è messo a suonare nel bel mezzo di una scena. “E’ stato come vedere un treno uscire dai binari  – ha scritto letteralmente uno degli spettatori sul suo blog – ci sono volute più di 5 ore per registrare 45 minuti. Nella prima scena doveva recitare 5 battute e ha impiegato 5 ciak diversi, uno per ciascuna battuta. Chiunque tra il pubblico avrebbe recitato meglio di lei”. Secondo il testimone metà degli spettatori avrebbe abbandonato gli spalti a metà registrazione, quando è avvenuta la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso. Nel bel mezzo della scena-clou in cui l’attrice compariva vestita da sposa si è sentito un cellulare suonare ed interrompere il ciak. “Era quello della Lohan! E’ stato incredibile – racconta il testimone delle riprese – Lohan ha abbandonato il set per rispondere e chiedere di richiamare più tardi”. Dopo l’interruzione, secondo il testimone, circa la metà dei 200 spettatori presenti avrebbe abbandonato la sala. Le circostanze della registrazione-shock sono statesmentite via twitter dalle due protagoniste dellla sit-com giunta alla 3° stagione (in onda su Joi, dove prossimamente andrà in onda l’episodio con Lohan): “Lindsay è stata molto carina, non è giusto attaccarla”, ha twittato la bruna Kat Dennings; “è stata professionale e sa quel che fa”, le ha fatto eco la collega bionda Beth Behrs. E siccome le tragedie non vengono mai sole, è diquesta settimana la notizia che la madre di Lindsay Lohan, Dina, è stata accusata formalmente di aver guidato in stato di ebrezza. La polizia aveva fermato la donna a settembre per eccesso di velocità a New York. Alla prova dell’alcol-test, Dina Lohan è risultata fuori norma del doppio rispetto ai limiti consentiti. Il procuratore ha chiesto per lei 100 ore di comunità e una multa di 3000 dollari. La sentenza è attesa per il 3 giugno. L’avvocato difensore ha consegnato agli atti la difesa della donna chiosando che “si tratta di una brava persona, la sua vita è stata dedicata a crescere i suoi 4 figli”. Lindsay compresa…

ANTEPRIMA – Carcerate shock: la serie-evento “Orange is the new Black” da giugno su Mya!

OITNB (MYA)

La serie-fenomeno “Orange Is The New Black” di Netflix, ambientata all’interno di un carcere femminile, andrà in onda in anteprima assoluta su Mya dal 12 giugno, ogni giovedì in prima serata. Si tratta di uno dei titoli seriali di cui la stampa americana si è occupata maggiormente nell’ultima stagione – sia per i temi affrontati che per l’alta qualità di messa in scena – non da ultima l’ultima copertina del prestigioso “Entertainment Weekly” in edicola che lo definisce letteralmente “strangest, kinkiest and most surprising hit on tv”. La serie racconta le vicende di Piper Chapman, una donna del Connecticut che viene condannata a scontare 15 mesi nel carcere federale di Litchfield per aver trasportato una valigia piena di soldi per conto di una trafficante di droga internazionale un tempo sua amante. Guarda caso quest’ultima finisce nello stesso carcere di Piper…Girata col taglio dramedy (a metà strada tra la black comedy e il drama), tratta dal libro di memorie omonimo di Piper Kerman, “OITNB” è stata ideata da Jenji Kohan, già ideatrice della serie cult – assai chiaccherata anch’essa – “Weeds”, su una vedova che alla morte del marito si mette a spacciare cannabis per mantenere i due figli. “La serie indaga sull’auto-distruzione e sulla brutalità che si annida anche nell’animo femminile – ha dichiarato l’ideatrice Kohan – la prigione è solo un megafono di questo aspetto”.  In America, il debutto del serial è stato più visto di un altro titolo Netflix come “House of Cards”. Tra i riconoscimenti si contano un People’s Choice Award e un Peabody Award. Jodie Foster dirige il terzo episodio della serie che è già stata rinnovata per la seconda stagione. Le due interpreti principali, la bionda Taylor Schilling e la bruna Laura Prepon, sono diventate in patria icone di stile e idoli della comunità lesbo. La serie vanta per la prima volta un transgender negli interpreti principali. Il tema musicale, “You’ve got Time”, è eseguito da Regina Spektor.

PRESS CORNER

ORPHAN BLACK - PREMIUM ACTION (BN)

Mentre gli scienziati disegnano il futuro nei laboratori, la finzione anticipa la realtà che vivremo. Il futuro creato da J.J. Abrams in ‘Almost Human’ (in anteprima su Premium Action ogni sabato), serie che gioca sulla robotizzazione dell’umano e sull’umanità dei robot. In ‘Orphan Black’ (su Premium Action dal 3 giugno), che parla di cloni, soggetti (o oggetti?) che dalla pecora Dolly (1996-2003) in avanti sono diventati realtà più che fantascienza. In ‘Person of Interest’ di J.J. Abrams e Jonathan Nolan (la 3° stagione inedita su Premium Crime ogni domenica), la tecnologia da ‘Grande Fratello’ permette di prevedere i crimini grazie a una sorta di programma di sorveglianza di massa (realtà che il caso Snowden dimostra essere non futuristica ma attuale). Scenari futuri. Magari aveva ragione ‘Star Trek’ e un giorno il teletrasporto sarà realtà. Magari invece finiremo con il dondolarci come scimmie dietro le sbarre di una gabbia dello zoo mentre i robot che abbiamo creato ci lanceranno le noccioline”. (Renato Franco, “Corriere della Sera”)

PILLOLE Continua il sondaggio di Qui Mediaset per votare il personaggio più inquietante della 2° stagione di “The Following” (in anteprima assoluta su Premium Crime ogni lunedì). Al momento sul podio svetta Lily Gray (Connie Nielsen), inseguita dai gemelli Luke e Sam (Sam Underwood) e, fanalino di coda, da Mandy Lang (Tiffany Boone), ma c’è ancora tempo per eventuali testacoda. Si continua a votare QUI.

Tutte le serie e le nuove stagioni in partenza sulle Reti Mediaset, sia free che pay, le trovate costantemente aggiornate su Qui Mediaset.

SERIAL LEGEND(A)

Almost Human” – in anteprima su Premium Action ogni sabato in prima serata

Orange is the new Black” – Myadal 12 giugno ogni giovedì in prima serata

Orphan Black” – Premium Actiondal 3 giugno ogni martedì in prima serata

Person of Interest” – la 3° stagione inedita su Premium Crime ogni domenica in prima serata

The Following” – la 2° stagione inedita in assoluta anteprima su Premium Crime ogni lunedì in prima serata

2 Broke Girls” – la 3° stagione inedita su Joi ogni martedì in prima serata (dal 20 maggio le puntate inedite)


Vota l articolo!:
[Voti: 0   Media: 0/5]

Check Also

Coronavirus, al via a fine aprile i primi test del vaccino sull’uomo | Rezza (Cts): “E’ candidato promettente”

I test saranno effettuati su alcuni volontari britannici. Se ci saranno esiti positivi già a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *