sabato , 21 luglio 2018
Ultime notizie

SIS118“Riforma emergenza”: chiediamo un impegno serio al nuovo Governo

Al via il 1° Congresso Nazionale del SIS118 in montagna

 folgaria

Si è aperto questa mattina a Folgaria (TN) il 1° Congresso Nazionale del SIS 118 sul Soccorso Sanitario in montagna. A scaldare subito gli animi, dei numerosissimi presenti,  l’accorato intervento del Presidente Nazionale, Mario Balzanelli.

“La Società Italiana Sistema 118 (SIS 118) ha affermato Balzanelli” è pronta a rappresentare autorevolmente tutta la base, sin’ora profondamente inascoltata, degli operatori dei Sistemi 118 nazionali per avviare i lavori, con il Governo ed i Ministeri di prossima costituzione, dell’ urgentissima, non più rinviabile, riforma del Sistema di Emergenza Sanitaria Territoriale 118 nazionale (SET 118 nazionale). Il Sistema 118 non può più essere considerato la “Cenerentola” del Sistema Sanitario Nazionale e dei Sistemi Sanitari Regionali. Si dovrà partire da questa considerazione esperienziale quanto mai evidente, dati alla mano. Scelte politiche strategiche fallimentari delle ultime legislature – ha proseguito Balzanelli – hanno letteralmente smantellato, disarticolato, depotenziato il Sistema 118, vero e proprio, nonché unico, custode istituzionale sull’intero territorio nazionale della tutela preospedaliera, in contesto operativo peculiare “tempo dipendente”, della vita di ciascun cittadino in condizioni di evidente o potenziale pericolo di morte. Si tratta adesso di invertire radicalmente la prospettiva di visione complessiva e l’ indirizzo strategico di scelta politica che consenta di rinforzare e sviluppare il Sistema a reale misura di eccellenza prestazionale il Sistema. Il Sistema 118 “Italia” deve essere messo concretamente nelle condizioni di fare al meglio possibile “la differenza” sulla riduzione delle morti evitabili, dovuti a malore e/o a trauma, sulla riduzione statisticamente significativa degli esiti invalidanti delle principali patologie acute, sulla ottimizzazione dei percorsi di appropriatezza, miglioramento continuo della qualità dei servizi e di uniformità gestionale nei vari territori in modo conforme alle evidenze scientifiche di “best practice” a livello internazionale. Da qui si è partiti per celebrare un congresso che ha come obiettivo quello di  affrontare ed approfondire aspetti tecnici legati alla montagna ovvero  le tematiche organizzative, la composizione dell’equipaggio, la formazione, la logistica, la valutazione dei mezzi più competitivi, le nuove tecnologie ed il rischio clinico legato alle peculiarità del Soccorso in Montagna”

A seguire i lavori congressuali. “Le relazioni sono tenute – ha ricordato  il Presidente del Congresso Dott. Alberto Schonsberg – con un nuovo approccio, volto a dare più enfasi alla discussione e al confronto, stimolato dagli interventi dei colleghi di altre nazioni per un più arricchente dibattito. I principali temi trattati saranno: l’elisoccorso, i vantaggi, i costi, lo stato dell’arte degli ostacoli al volo e le motivazioni che dovrebbero spingere a non volare ed effettuare il soccorso con altro mezzo. Verrà discusso il capitolo sul trattamento del paziente con patologia cardiologica nel contesto delle regioni montane, si parlerà della cardioprotezione dei rifugi alpini e delle procedure in caso di valanga.Saranno prese in considerazione le problematiche del soccorso sulle isole, in ambiente ostile ed ipogeo con i tecnici del settore. Infine Le piste da sci faranno cornice a due simulazioni con l’elicottero, una con il  tema del soccorso ad un infortunato e un’altra  sulle problematiche  dello scarico di una seggiovia per fermo impianto. Il 1°Congresso Nazionale della Società Italiana Sistema 118 sul Soccorso sanitario in Montagna – ha concluso il Presidente del Congresso – vuole evidenziare gli indici di performance, i parametri specifici di attività, i livelli di comprovata affidabilità ed eccellenza operativa e gestionale raggiunti, nell’ambito di una vertiginosa continua evoluzione del Sistema 118, con l’obiettivo di avvicinare sempre più l’ospedale al territorio e di rendere sempre più uniforme ed omogenea la qualità del soccorso”.


Vota l articolo!:
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Free WordPress Themes - Download High-quality Templates