IMPARARE LA MUSICA TRADIZIONALE TRA IL MARE E LE MINIERE DELLA SARDEGNA

SEMINARI DI MUSICA, CANTO E DANZA POPOLARE

DAL 24 AL 27 LUGLIO IN VACANZA A GONNESA CON I SEMINARI DI RICCARDO TESI, NANDO CITARELLA, ELENA LEDDA E MOLTI ALTRI

images

Una grande occasione per gli amanti della musica popolare italiana. Dal 24 al 27 luglio a Gonnesa, a 65 km da Cagliari, grandi esponenti del nostro folk come Riccardo Tesi, Nando Citarella, Elena Ledda, Simonetta Soro, Pietro Cernuto, Giuseppe Molinu, Fabio Furia, Simone e Nicolò Bottasso offriranno il loro talento e la loro preparazione tenendo seminari di musica, canto e danza popolare. Corsi indirizzati non solo a musicisti già formati ma anche a chi vuole avvicinarsi per la prima volta ad un mondo affascinante come quello della musica tradizionale.

Le serate saranno poi happening memorabili in cui insegnanti e allievi interagiranno in grandi feste di musica e danze.

Le quattro giornate sono una possibilità unica per vivere intensamente momenti di studio ma anche di vacanza tra musica, cultura e straordinarie bellezze naturali. I corsisti potranno trovare ospitalità in accoglienti e caratteristici bed and breakfast convenzionati.

I seminari si svolgeranno nell’ambito della settima edizione della rassegna musicale itinerante “Mare e Miniere” con la direzione artistica di Mauro Palmas e l’organizzazione dall’Associazione Elenaledda vox. I corsi saranno suddivisi in musica d’insieme, organetto diatonico, canto popolare, esecuzione e costruzione di flauti di canne o pastorali, ballo sardo, bandoneon, tamburello, tammorra e danze popolari e si terranno nell’edificio scolastico Giorgio Asproni, un monumento storico risalente ai primi del ’900.

Gonnesa, con i suoi circa cinquemila abitanti, è il cuore di un territorio che offre un incantevole mare e spiagge incontaminate di rara bellezza caratterizzate da dune di bianchissima sabbia. Ma anche flora e fauna del tutto singolari per l’ invidiabile presenza del falco pellegrino e del falco della regina, affascinanti villaggi minerari dismessi immersi in verdi colline sulle quali passeggiare, percorsi da compiere in bici o a cavallo, importantissimi siti archeologici, domus de janas, complessi nuragici, e tanti altri luoghi di rilevante interesse. Tra questi l’ex villaggio minerario Normann immerso nel bosco e ancora oggi abitato, e la grotta di Santa Barbara, una delle più grandi e suggestive d’Europa, meraviglioso e ancora intatto gioiello naturale.

MUSICA D’INSIEME Docenti : Simone e Nicolò Bottasso

L’obiettivo del corso è la creazione di uno o più brani orchestrali partendo da melodie tradizionali italiane e di world music europea. Si studieranno diversi tipi di arrangiamenti analizzando le possibilità timbriche (convenzionali e non) degli strumenti presenti, affinché ogni musicista possa da un lato trovare il proprio spazio e, dall’altro, contribuire al suono dell’ensemble.

Il corso è aperto ad ogni strumento e a musicisti provenienti da qualsiasi genere musicale.

ORGANETTO DIATONICO Docente: Riccardo Riccardo Tesi

Il corso intende mettere in evidenza gli aspetti che caratterizzano la pratica odierna dell’organetto diatonico.

Attraverso la proposta di brani tradizionali e originali, verranno presi in esame problemi sia di natura tecnica (uso del mantice, tecnica lineare e incrociata, diteggiatura, coordinazione ecc.) sia di natura interpretativa (ornamentazione, espressione , staccato e legato ecc.). Ampio spazio sarà dedicato all’aspetto armonico e compositivo dello strumento e al suo utilizzo in contesti non tradizionali.

Lo stage è indirizzato a strumentisti che siano già in possesso della tecnica di base. Non è richiesta la conoscenza della teoria musicale.

Modello consigliato : otto bassi in SOL/DO o i modelli superiori. Meglio se dotati di apparecchiature per registrare.

CANTO POPOLARE Docenti: Elena Ledda – Simonetta Soro

Il corso illustrerà come ottimizzare l’uso dell’apparato fonatorio per parlare, recitare e cantare. Sarà messo in evidenza come l’emissione e la pronuncia di ogni singolo suono contribuiscano alla formazione della parola e come quest’ultima a sua volta si liberi divenendo musica e canto. Saranno presi in esame: controllo della respirazione, qualità vocali, impostazione ed emissione classica e popolare, tecnica polivocale del canto popolare, con particolare attenzione a quello sardo.

ESECUZIONE E COSTRUZIONE FLAUTI DI CANNE O PASTORALI (friscaletto siciliano e sulitu) Docente: Pietro Cernuto

Chiamato flauto di canna, friscaletto, zufolo, farauto, strumento virtuosistico per eccellenza da sempre legato alla danza popolare, il friscaletto siciliano, anche grazie alle sue notevoli capacità espressive determinate dal buon vibrato e all’ ottima qualità timbrica, si coniuga perfettamente anche con altri generi quali la musica classica, la new age, il pop.

Il corso intende far conoscere ed apprezzare le straordinarie qualità e le molteplici possibilità di questo strumento, per lunghi anni trascurato o talvolta proposto al pubblico in maniera non appropriata.

Il friscaletto verrà dapprima presentato da un punto di vista teorico: si parlerà della sua storia, della materia prima utilizzata per la sua costruzione e verranno spiegate alcune fasi relative alla costruzione stessa. I corsisti inizieranno quindi l’ incontro diretto e personale con lo strumento

attraverso una serie di esercizi, di varia difficoltà, studiati appositamente dal docente in relazione al livello di competenza e apprendimento di ciascuno di essi. Si faranno inoltre comparazioni con su sulitu, il flauto pastorale sardo.

Oltre alle tecniche di esecuzione, il docente metterà in risalto le varie modalità di interpretazione in riferimento ai differenti generi musicali.

BALLO SARDO Docente: Giuseppe Molinu

“Dalla piazza alle piazze: il ballo sardo nella contemporaneità”: questo il cammino che cercheremo di percorrere nei quattro giorni di Seminario; pratiche di ballo che hanno valicato i singoli confini delle comunità e che s’inseriscono in una realtà, quella delle piazze, in continuo fermento ed evoluzione. Un momento d’incontro, di considerazioni, di scambio culturale in cui ci misureremo con la pratica coreutica di alcuni balli isolani il cui filo conduttore vorrà essere il piacere o se preferite la passione di provare a dare sensi e misure a su passu campidanesu, a su passu torrau, a su dillu, a sa dantza, a sa “logudoresa” e a su ballu tundu.

BANDONEON Docente: Fabio Fabio Furia

Il corso è rivolto a tutti gli allievi interessati all’apprendimento del bandoneon. Non è pertanto richiesto alcun livello minimo di conoscenza dello strumento, ma esclusivamente la conoscenza degli elementi di teoria musicale di base. L’obiettivo principale è quello di fornire all’allievo i primi elementi conoscitivi e pratici legati allo studio del bandoneon e del tango. Verranno trasmesse le prime nozioni legate alla fisica dello strumento, gli elementi di cui si compone ed il suo funzionamento meccanico. Verrà inoltre illustrata la disposizione delle note nelle due tastiere ed i vari sistemi esistenti (sistema argentino, sistema francese, sistema italiano etc), favorendo l’apprendimento dell’impostazione corretta dell’uso dello strumento e del mantice, con particolare attenzione alla postura ed alle diverse posizioni in uso per l’esecuzione. Verranno infine forniti alcuni elementi di base di prassi esecutiva del tango.

PERCUSSIONI (tamburello e tammorra) E DANZE POPOLARI Docente: Nando Citarella

Il laboratorio propone le voci, i ritmi e le danze della tradizione popolare del sud Italia e dell’area mediterranea; suoni e ritmi scaturiti, viaggiando da un punto all’altro del mare, dall’ incontro tra la cultura Arabo-Andalusa e quella della nostra penisola: dalla Tammurriata vesuviana e dell’agro nocerino alla Tarantella carnascialesca di Montemarano, dal Saltarello laziale alla Pizzica Tarantata, dalla Moresca ai ritmi e alle danze processionali, dove gestualità, rappresentazione e ritualità ancora oggi scandiscono il tempo della Festa, spesso accompagnata da elementi di sacralità e magia. Ritmi, danze e gestualità che rimandano a riti arcaici ed ancestrali, onirici, magici, ma potentemente vivi e attuali.

MARE E MINIERE 2014 in collaborazione con il Comune di Gonnesa 

Per informazioni: https://www.facebook.com/pages/Mare-e-miniere-2014-musica-teatro-danza-cinema/247868995400441


Vota l articolo!:
[Voti: 1   Media: 2/5]

Check Also

Coronavirus, al via a fine aprile i primi test del vaccino sull’uomo | Rezza (Cts): “E’ candidato promettente”

I test saranno effettuati su alcuni volontari britannici. Se ci saranno esiti positivi già a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *