ERA DAVVERO Il “MOMENTO OPPORTUNO”, QUELLO DELLA “MOSSA DEL CAVALLO”

Era il 19 gennaio del 2021, quando Matteo Renzi, leader di Italia Viva, in Senato, pronunciava quella fatidica parola: “kairòs” .

Un momento opportuno, il nostro momento opportuno per cambiare la rotta ed effettuare un’inversione di marcia.

Questo è un momento opportuno.

 

E’ di ieri sera la notizia dell’incarico di governo conferito al Prof.Mario Draghi.

Inutile delineare quale strada abbia portato la scorsa maggioranza ad un tracollo politico, istituzionale ed infine etico.

Ancora una volta, al tavolo tecnico della sinistra i contenuti non sono stati affrontati, non sono  proprio pervenuti.

Nessun compromesso,solo un minimo input avuto dal vice segretario del PD, Orlando, in merito alla riforma della giustizia, considerato troppo inefficace  per Italia Viva.

Mattarella rimette tutto nelle mani di un uomo che al solo sentirne pronunciare il nome, la Borsa balza al +2,6%.

I più maliziosi rintengono che Renzi abbia mosso le pedine a suo piacimento, portandole esattamente dove sono arrivate: a relegare Conte al posto che gli spetta e cioè una rispettosissima cattedra universitaria , e il Movimento 5 stelle  a fare i conti con la loro inadeguata coscienza politica prima, umana poi.

Dovranno rendicontare all’intero Paese in dissesto, perchè non votare la fiducia all’uomo che ha salvato già una volta l’Italia, dovrebbe essere la giusta cosa da fare.

E’ proprio la mossa del cavallo, o meglio la seconda  dopo quella che nell’estate del 2019 bloccò la strada delle urne al Matteo dei populisti.

Dunque cosa ha ottenuto Renzi, stringendo la cinghia?

2 cose:

1)depotenziare  la competizione al centro di  un ipotetico partito contiano, ed è abbastanza scontato che annoverando la presenza quasi iconica di un personaggio come Draghi  e nel contempo allontanando l’ex premier da Palazzo Chigi, sia un’ipotesi che perde di applicabilità;

2) sciogliere l’idillio di PD e M5S unitisi solo sotto il nome di Giuseppe Conte, e riportare di nuovo l’asse a casa del riformismo.

Come si muove il cavallo nel gioco degli scacchi?

“Il Cavallo si muove e cattura alternativamente su case bianche e case nere. Ogni mossa può essere descritta come due passi in orizzontale (verticale) seguito da un passo in verticale (orizzontale), in modo che il tragitto percorso formi idealmente una L.”

Si è mosso esattamente così, Matteo Renzi, ha “catturato” alternativamente su case PD e M5S, evidenziando la totale inadeguatezza del movimento pentastellato sulle persone e sui contenuti, e l’immobilismo PD in riferimento ad una posizione politica che non era considerata nè carne nè pesce.

 

In definitiva,abbiamo finalmente capito  cosa sia stato il tempo dell’ex Premier Giuseppe Conte: un Khronos, un tempo beffardo che divora i figli e li costringe ad un ritmo frenetico.

Oggi è tempo di Kairòs.

 

In bocca al Lupo a Mario Draghi, che possa il Parlamento accordargli la fiducia, riprendendosi così,quella centralità che il Premier Conte aveva tenuto per se.

 

 

 


Vota l articolo!:
[Voti: 0   Media: 0/5]

Check Also

→ Ray Campa – Disco Novità ←

→ Ray Campa – Disco Novità ← Il brano che ti ‘invoglia’ ad ascoltare la radio. “La …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *