Breaking News

22 APRILE “GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA”, MA DI QUALE TERRA PARLIAMO?

La Giornata Mondiale della Terra

Oggi, ognuno di noi, avrà postato sui propri profili social  immagini che riportano  “Giornata Mondiale della Terra”, me compresa.

Ebbene si va verso il 2030, verso il Green Deal.

Analizziamo però quanto accaduto nell’ultimo biennio.

Alla fine del 2019 siamo stati invasi da un mostro che ancora oggi fatichiamo a riconoscere, fatichiamo a capire e a prevenirne ogni  mossa.

Ci porta via libertà,affetti, normalità.

Non sempre, o forse mai, siamo stati in grado di analizzare cosa ci stesse accadendo veramente.

Per circa un anno la terra si è fermata, quelle fisica, economica, affettiva.

Le fonti sono tornate ad essere pure, i giardini meno inquinati, le foci, i mari, le montagne hanno respirato,nella nostra assenza, un’immensa boccata d’aria.

 

Intanto però la vita ha ricominciato a girare, male, perchè il mostro è ancora qui.

Ma non è il solo.

Oggi ho passato in rassegna i quotidiani,come mio solito all’inizio della giornata:

“Ucciso a coltellate da minori a Monza, preso il mandante dell’omicidio.”

“Picchiano e umiliano disabili mentali in un centro a Palermo,tre arresti.”

“Traffico di rifiuti tra Puglia, Campania e Abbruzzo: sei arresti.”

 “Pedopornografia e odio razziale: 8 minorenni indagati a Pisa.”

“La guardia costiera libica salva 104 migranti, morti donna e bimbo.”

Voi leggete quello che leggo io?

E allora precisamente di quale terra dovremmo prenderci cura, solo di ciò che possiamo toccare?

E la terra, il mondo che va a rotoli, non va salvato?

 

Certo, non ridurrà le emissioni di carbone, ma almeno questa terra smetterà di farci paura, se camminiamo sole e siamo donne, durante una serata particolarmente buia, se abbiamo una disabilità e non riusciamo ad integrarci, se siamo bianchi, neri o gialli, se abitiamo al Sud e se solo ci sentono parlare ci attribuiscono nomignoli e vezzeggiativi poco carini.

 

Sono tante le cose che dovremmo ridurre, a prescindere dalle emissioni di carbone e dallo scioglimento dei ghiacciai.

 

 

 

 

Non lo so se poi effettivamente l’emergenza sanitaria ci abbia fatto capire qualcosa, ma devo dedurre di no.

 

Le mie conclusioni

Ho da dirvi davvero poco a riguardo ma una cosa la so però, spogliamoci di finzione,smettiamo di essere: vegani, animalisti, ambientalisti, bigotti, ed iniziamo a camminare con gli occhi aperti, a guardare in faccia chi passa affianco, non possiamo amare gli animali se spendiamo 800 euro per un cucciolo raro e non adottiamo, non possiamo essere ambientalisti e parlare di Green Deal, se usiamo più plastica noi in casa che un fabbrica che la produce, non possiamo essere bigotti, se di notte scriviamo a qualcuno che non è il nostro compagno.

 

Auguri  alla Terra, madre di tutti noi,  unico contenitore vero di diversità e biodiversità, inconfutabili ed imprescindibili.

Auguri anche alla matrigna crudele e indifferente ai dolori degli uomini, una forza oscura e misteriosa governata e da leggi meccaniche e inesorabili, come l’amico Giacomo da Recanti ci avrebbe suggerito.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Vota l articolo!:
[Voti: 0   Media: 0/5]

Check Also

Diritti Umani

CHE COSA SONO I DIRITTI UMANI?

E’ un tempo strano quello che viviamo oggi… è il continuo sottolineare “è un diritto” …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *