mercoledì , 23 agosto 2017
Ultime notizie

Nautica: Evinrude E-tec 40 Ho, potenza pura

foto 40 ho Evinrude40 cavalli che spingono come 70. Si chiama Evinrude 40 E-tec Ho, in origine era il glorioso 737.

La storia di Evinrude non ha eguale nel mondo dei “motori fuoribordo”; il prestigioso passato ha contribuito a  spingere questo prestigioso “brand” oltre le difficili vicissitudini societarie che lo hanno investito qualche anno fa.

Oggi Evinrude E-tec si presenta sul mercato forte dell’esperienza, degli investimenti e delle scelte  che il gruppo BRP ha fatto di recente: tecnologia 2 tempi “a vita” ed esercizio ingegneristico di alto livello per arrivare a risultati fino a ieri impensabili. Saper esaltare le virtù di un motore due tempi, facendo proprio il “valore aggiunto” dei quattro tempi – consumi contenuti, inquinamento ridotto, longevità del motore-  era l’obiettivo che gli ingegneri di BRP si erano prefissi.

E così, negli anni, è cresciuta la cilindrata, di questo “senza patente”. Siamo arrivati a ben 864 cc. su due cilindri. Il sistema di iniezione è quello “brevettato” e collaudato E-tec ad iniezione diretta mentre il piede del fuoribordo e’ stato sovradimensionato per “tirare” eliche di diametro superiore.

Ma vediamo più da vicino questo fuoribordo.

Innanzi tutto l’E-Tec 40 Ho, rispetto ai rivali a quattro tempi, non ha bisogno di regolazioni o aggiustamenti, nessun cambio dell’olio, nessuna registrazione delle punterie. La filosofia aziendale che BRP ripete da anni è: “Più tempo sull’acqua! Ogni componente, ogni sistema viene studiato, costruito e testato per dare il meglio. Noi ci mettiamo il massimo dell’impegno, affinché voi possiate trarne il massimo della soddisfazione”. Altra peculiarità di questo motore è la possibilità di “aprire il gas” fin dal primo minuto di navigazione, il tutto grazie alla lappatura al nitrato di boro delle camicie cilindri.

E arriviamo al “tallone di achille” di tutti i due tempi: le eccessive emissioni.

Brp fa sapere che questo 40 Ho ha ottenuto la certificazione “tre stelle” in base agli standard più severi del mondo in materia di emissioni allo scarico, quelli della California Air Resources Board.

Ci piace inoltre ricordare che BRP, tramite il proprio marchio Evinrude, è stato l’unico costruttore di motori fuoribordo a ottenere il premio EPA Clean Air Technology Excellence Award.

Il colosso canadese va fiero anche del fatto che i propri fuoribordo a due tempi sono stati i primi, in oltre 30 anni, ad avere ottenuto il permesso di operare nel Lago di Costanza (Bodensee), uno degli specchi d’acqua più protetti del mondo. Il cerchio si chiude e il 40 Ho conferma di essere un “big” tra i “senza patente”. Dimenticavamo!!! Il rimessaggio invernale può essere fatto direttamente dall’armatore e cio’ rappresenta un bel vantaggio in momenti di “crisi” come quello che stiamo vivendo.

di Andrea Barbieri


Vota l articolo!:
[Voti: 30    Media Voto: 2.7/5]

Un commento

  1. scusate ma la versione HO è uscita di produzione?

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Free WordPress Themes - Download High-quality Templates