sabato , 21 luglio 2018
Ultime notizie

Torna “Campaniliana”, il concorso nazionale di teatro e letteratura

68 copioni arrivati alla scadenza del concorso: il Premio Nazionale Teatrale “Achille Campanile”, indetto dalla Fondazione di Partecipazione Arte & Cultura Città di Velletri, ha esordito con numeri importanti. Lo ha fatto notare anche il presidente della Giuria dell’edizione 2017, professor Arnaldo Colasanti, che di fronte alle oltre quattrocento persone al Teatro Artemisio ha parlato di risultato sbalorditivo e di buon segno per la cultura in un’Italia che ne ha molto bisogno.

 

Campaniliana teatro

Palazzeschi e Campanile

La scommessa di un Premio Teatrale dedicato ad Achille Campanile, inserito sin dagli albori delle linee guida della programmazione proposta dal direttore artistico Claudio Micheli, è stata vinta sia per quantità che per qualità dei copioni. Molto ha dovuto lavorare la giuria, che oltre al presidente Colasanti era composta dall’attrice Simona Marchini e dal figlio dell’autore, Gaetano. Ma la “Campaniliana” è stata una rassegna composta da più eventi, molti dei quali organizzati dall’Associazione Culturale Memoria ‘900, co-produttrice dell’evento. Inaugurazione in grande stile all’Auditorium, con il convegno di studi a cui hanno assistito oltre centocinquanta persone e l’apertura della mostra che ha superato i mille visitatori in nove giorni. Oltre cinquecento gli studenti che hanno invece partecipato ai reading, provenienti da scuole superiore di vario ordine e grado.

Tutto esaurito anche al Teatro Artemisio per la premiazione del copione vincitore (“Prestazione occasionale” di Francesco Brandi, poi migrato al Teatro de’ Servi di Roma e al Teatro Carcano di Milano) e per la rappresentazione della commedia “La moglie ingenua e il marito malato”, tornata su un palco dopo quasi trent’anni. L’organizzazione ha dunque proseguito il proprio cammino, conscia del fatto che ‘squadra che vince non si cambia’, e in attesa di sciogliere le riserve sulla programmazione sono ufficiali le date della rassegna nazionale: dal 20 al 28 ottobre, sempre in nove giorni. È stato inoltre approvato a diramato il bando, con alcune piccole modifiche rispetto alla prima edizione, che prevede un premio al vincitore di € 1500,00 per il miglior copione inedito di genere umoristico.

Una vetrina, quella della “Campaniliana”, che lo scorso anno portò Velletri su tutti i giornali nazionali, coinvolgendo cittadini e visitatori, e soprattutto riscoprendo uno scrittore che decise di soggiornare tra Velletri e Lariano negli ultimi anni della sua vita. Nella speranza che la seconda edizione si confermi sui livelli della prima, o che addirittura riporti un successo maggiore, cresce l’attesa per conoscere le novità del calendario campaniliano, mentre l’invito a tutti gli scrittori, giovani e meno giovani, è quello di partecipare (gratuitamente) al concorso e proporre il proprio testo per il Premio Campanile edizione 2018. Tutte le informazioni e gli aggiornamenti saranno pubblicati sul sito ufficiale, www.campaniliana.it, mentre la pagina facebook “Campanile” è operativa e pronta ad accogliere commenti, likes e condivisioni.

Rocco Della Corte

 


Vota l articolo!:
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Free WordPress Themes - Download High-quality Templates