martedì , 24 ottobre 2017
Ultime notizie

Congresso SIS118: oltre 1000 iscritti per innovare il sistema emergenza

Giovedì 28 settembre si aprirà il Congresso Nazionale SIS118. Molte sono le aspettative da parte degli oltre 1000 iscritti. Il Dott. Pietro Pugliese, Presidente del Congresso e Vice Presidente del SIS 118 presenta i contenuti del Congresso.

pugliese

“In occasione del 25° anniversario dell’attivazione del numero unico dell’emergenza sanitaria 118 e del 15° anno della creazione della Società scientifica SIS118 – ricorda Pugliese –  sicuramente è presente una sensazione di massima attenzione da parte degli addetti ai lavori e dei media rispetto alle tematiche  del congresso che impongono un cambiamento qualitativo  dell’emergenza sanitaria territoriale 118 con proposte progettuali organizzative e cliniche avanzate . La SIS118 ha infatti, fin dalla sua nascita, tracciato un solco inteso a costruire un sistema di emergenza sanitaria territoriale nazionale unitario ed omogeneo che permetta uno scambio continuo ed una crescita comune che si confronti con dignità organizzativa e scientifica con il resto dell’Europa”.

Presidente, quale è il programma dei lavori e soprattutto a quali figure professionali è rivolto?

In sintesi il programma tratta argomenti che interessano non solo gli addetti ai lavori “medici – infermieri – autisti-soccorritori- volontari che operano nel SET 118”- ma soprattutto il cittadino che deve essere al centro dell’attenzione per arrivare ad un cambiamento radicale e per fare la vera differenza nella risposta sanitaria alla popolazione. I temi progettuali principali sono :l’uniformità di sistema, la formazione nelle scuole rispetto alle manovre di rianimazione cardiopolmonare attivando il relativo progetto,  la clinica con  le nuove tecnologie , i nuovi farmaci e i presidi da introdurre nel SET118. Le 20 sessioni del congresso  che si svolgeranno in contemporanea in tre sale diverse ( auditorium e le 2 aule satelliti) con una presenza prevista di 1000 partecipanti tratteranno i seguenti argomenti: il progetto prioritario di  passaggio ad un sistema dipartimentale  coordinato a livello Centrale, omogeneo ed uniforme nella risposta, distaccato dai piani di rientro regionali ; gli aspetti medico legali e di rischio clinico alla luce della nuova normativa sulla responsabilità professionale  e la bioetica e la funzione essenziale del Risk Management nel Governo clinico; le esperienze nelle  situazioni di macro- maxiemergenza in cui il SET 118 ha operato negli ultimi eventi catastrofici insieme a tutti gli altri istituzionali ed i relativi correttivi da apportare per un necessario miglioramento nella risposta organizzativa in particolare dal punto di vista del coordinamento; l’integrazione della guardia medica e della continuità assistenziale nell’emergenza territoriale sanitaria; l’organizzazione dell’elisoccorso e la sua avanzata  efficienza operativa ,e la necessità di una implementazione dell ‘attività notturna; le presentazioni delle nuove tecnologie innovative, i nuovi farmaci e i presidi che debbono essere messe a disposizione del SET 118

Dott. Pugliese, cosa si aspetta Lei da questo momento di confronto che interessa il futuro del sistema di emergenza sanitaria?

Mi aspetterei e mi auguro che cio’ avvenga, una valida risposta politica nella gestione di tali temi che sono di interesse nazionale e che sono di primaria importanza per colmare i bisogni dei cittadini, ben sapendo che la golden hour nell’emergenza è essenziale per salvare una vita umana e che il primo attore di tale situazione è il sistema di emergenza Sanitaria territoriale, rappresenta le prime cure sanitarie prioritarie ed essenziali sul luogo dell’evento.

 118-congresso2017

Il 30 settembre si chiuderà il Congresso, quale sarà l’immediato futuro del sistema di emergenza sanitaria?

L’immediato futuro del SET 118 ed in particolare della Società scientifica che lo rappresenta sarà quello di attivare le proposte progettuali scientifiche ed organizzative che saranno dibattute durante il congresso , con particolare attenzione ad una revisione  di linee guida, protocolli e procedure per renderle ancora più uniformi e qualitativamente avanzate  in tutto il territorio nazionale , secondo quanto indicato dalla recente normativa ministeriali sulla responsabilità professionale che attribuiscono tale funzione alle società scientifiche più rappresentative dell’emergenza –urgenza sanitaria .

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Vota l articolo!:
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Free WordPress Themes - Download High-quality Templates